31.12.12

Cosa ci lascia il 2012

Dopo 366 lunghissimi, bisestili giorni, alla fine anche il 2012 è giunto al termine: è tempo di bilanci.

Il 2012, ed è notizia recentissima, ci lascia con una Rita Levi Montalcini in meno: la senatrice a vita, Premio Nobel nel 1986, si è spenta ieri 30 dicembre 2012 alla veneranda età di 103 anni. Che anche lei si sia arresa a quest'Italia senza capo e senza coda? Improbabile.

Passando a tutt'altro, l'eredità politica di questo 2012 è pesante: il Centro (grande o piccolo che sia) ha trovato nel presidente del consiglio uscente Mario Monti il proprio alfiere; sta a vedere che Casini, alle elezioni che probabilmente si terranno nel febbraio 2013, ce la farà davvero a tornare al governo. A sinistra, invece, alle inutili primarie ha trionfato Pierluigi Bersani contro il rottamatore Matteo Renzi: primarie inutili, ahiloro, perchè con la discesa in campo di Monti (vedi sopra) la scontatissima vittoria del centrosinistra non è più tanto scontata. A destra invece i partiti sono definitivamente andati a puttane, finalmente anche in senso letterario: c'è chi ha perso la verginità e non può più gridare contro "Roma ladrona", e c'è chi sta ancora in piedi per grazia ricevuta, senza un futuro preciso e con un programma politico che cambia un giorno si e l'altro pure.

Nel mondo dello sport il 2012 si chiude con la Cimberio Varese in testa alla classifica del campionato italiano di basket di serie A1 (e poco male se gli addetti ai lavori van dicendo che il livello si è abbassato...); c'è poi un Perugia che, dopo due anni di vittorie e buona gestione, al primo momento veramente difficile arrivato dopo l'ennesima rinascita ha ceduto al malcostume ed ha cacciato l'allenatore (i conti si faranno però a fine stagione); come non citare infine le Olimpiadi di Londra 2012, il cui momento più emozionante è stato il lancio in paracadute della Regina Elisabetta II dall'elicottero che volteggiava leggiadro sopra lo stadio olimpico di Londra, durante la cerimonia di apertura, insieme all'agente 007 Daniel Craig.

Nel mondo della musica il 2012 verrà ricordato anche - e non è un bel ricordare - come l'anno che ha  visto l'addio alle scene di Ivano Fossati; l'album live "Dopo Tutto", recentemente uscito, documenta l'ultimo tour dell'artista che ha chiuso la sua carriera al Piccolo Teatro di Milano il 19 marzo (io c'ero).

Concludo con la calma piatta che ha avvolto il mondo dei videogiochi nel 2012: dici, è uscita la Wii U, la nuova geniale console Nintendo; dico, fottesega. L'unica cosa degna di nota è la campagna su Kickstarter per finanziare un gioco di ruolo veccio stampo per PC, che al momento porta il nome in codice di Project Eternity e sarà sviluppato da Obsidian Entertainment. E se l'unica notizia degna di nota dell'anno è relativa ad un gioco che non uscirà prima del 2014...qualcosa vorrà pur dire. Tipo, che l'anno era davvero bisestile.

Alla facciaccia dei Maya.

28.12.12

Berlusconi, tra le comiche e gli insulti

La scelta di Mario Monti di "candidarsi" (tra virgolette grosse così) alle prossime elezioni? "Immorale", secondo Silvio Berlusconi. Immorale? Come i festini hard? Come le prositute minorenni? Come il presenzialismo forsennato in ogni trasmissione televisiva possibile ed immaginabile prima dello scoccare della Par Condicio? Che poi se lo dice lui dev'essere comunque vero, perchè - diamo a Cesare quel che è di Cesare - la materia la conosce bene. E qui siamo alle comiche.

Ancora il povero Mario Monti, che prima è stato fatto cadere dal PDL perchè cattivo, che poi è stato indicato dal PDL come candidato federatore dei moderati in quanto buono (è la famosa linea politica detta ad catsum), qualche giorno fa aveva affermato che la sua era di fatto una "salita in politica", con un riferimento nemmeno troppo velato alla "discesa in campo" di Silvio Berlusconi nel 1994. La reazione di Berlusconi non si è fatta attendere: Monti, secondo l'autoeletto leader dei moderati italiani, sarebbe appunto salito in politica in quanto di rango inferiore; l'autoeletto leader dei moderati, invece, sarebbe sceso in campo in quanto di rango superiore. E qui direi che siamo alle offese, anche se pure le comiche ci stanno bene.

Tanto di cappello. A Berlusconi, a quel che resta del PDL (in attesa del redivivo zombi Forza Italia) e a tutti coloro che a febbraio ancora pensano di votare per lui. Così dalle comiche e dagli insulti passeremo direttamente alla tragedia.

Se questo è il leader dei moderati io sono la sorella gnocca di Sasha Grey.


21.12.12

I Maya? Sono come i politici italiani

Inaffidabili. I Maya sono come i politici italiani: inaffidabili.

Avevano detto che oggi, 21 dicembre 2012, il mondo sarebbe finito...eppure siamo ancora tutti qui, non è successo niente, nisba, nada, una cippa. Ci eravamo preparati alla fine dei tempi acquistando libri inutili e riviste ridicole, guardando in TV implacabili specialoni dedicati alle più svariate maniere di liberare la Terra dalla nostra mefitica esistenza, ed è stato tutto inutile. Prima ci hanno illusi, poi ci hanno...ehm...fatto lo scherzetto: il mondo non è finito.

Soprattutto, ci eravamo illusi di avere scampato - grazie alla fine del mondo - le prossime terribili piaghe che pendevano sulle nostre teste: i milanisti già festeggiavano per avere evitato, a fine febbraio, quella che sarebbe stata la più che probabile goleada da parte del Barcellona negli ottavi di finale di Champions League tra i rossoneri ed i catalani; la stragrande maggioranza degli italiani invece festeggiava perchè se davvero il mondo era arrivato al capolinea, il rischio di vedere Silvio Berlusconi vincere ancora le elezioni era alfine scongiurato (oddio, fine del mondo o no...insomma, a tutto c'è un limite).

Poi c'erano anche tutti i fan di Blizzard Entertainment, felici perchè la fine del mondo aveva evitato lo sgarbo di vedere Diablo III uscire anche su console (anche se poi lo sgarbo sarebbe tutto verso l'utenza console, ma questa è un'altra storia...); come dimenticare poi il dramma vissuto da tutti gli amanti della bella musica, che speravano di essere finalmente usciti dal tunnel ma - sorpresa! - dovranno sorbirsi ancora il Festival di Sanremo?

Insomma, i Maya hanno fregato un bel po' di gente, proprio come i politici italiani. Quasi quasi fondo un partito e lo chiamo Forza Maya: secondo me ci cascano tutti e vinco le elezioni.

In Italia tanto valeva avere i Maya, al governo.

Il femminicidio? Secondo un blog cattolico è colpa delle donne

Nel 1486 i domenicani tedeschi Jakob Sprenger ed Heinrich Institor danno alle stampe il volume più misogino ed antifemminista che sia mai stato scritto: il Malleus Maleficarum (o Martello delle Streghe). Il manuale del perfetto inquisitore, insomma, grazie al quale un vero e proprio crimine contro l'umanità quale fu la caccia alle streghe trovò le sue giustificazioni morali e teologiche.

In tempi a noi più vicini, in un articolo apparso sul blog cattolico Pontifex Roma ed intitolato "Le donne e il femminicidio, facciano sana autocritica. Quante volte provocano?" tale Bruno Volpe dimostra che, per la chiesa cattolica, 526 anni sono passati invano. La cosa non sorprende nessuno, ci scommetto, ma vado a citare alcuni passi dell'articolo giusto per infierire.

Il Volpe esordisce citando un vecchio cavallo di battaglia dei cattolici, l'aborto: "Aspettiamo risposte su come definire gli aborti: stragi? Notoriamente, l'aborto lo decide la donna in combutta col marito e sono molti di più dei cosiddetti femminicidi". Magistrale! In un colpo prima mette le mani avanti (...dopotutto l'aborto fa molti più morti di stupri, stalking e violenze varie!), poi parlando di "combutta" (combutta!!!) tra donna e marito (marito...ma LoL) nella decisione di procedere ad un aborto sputa veleno contro tutte quelle persone che abbiano avuto l'ardire di giungere a questa difficilissima scelta.

Da che parte stia il Volpe lo si capisce subito: tutti gli episodi di violenza che si sono recentemente scatenati contro le donne non possono essere colpa dei mariti (e daje, con 'sti mariti; qualcuno spieghi al Volpe che di questi tempi esistono anche le coppie di fatto): "Possibile che in un sol colpo gli uomini siano impazziti e che il cervello sia partito? Non lo crediamo. Il nodo sta nel fatto che le donne sempre più spesso provocano, cadono nell'arroganza (...) si credono autosufficienti e finiscono con esasperare le tensioni esistenti". Quindi è colpa delle donne. Che non sono autosufficienti.

L'articolo prosegue poi con un trittico di - qualcuno mi aiuti a trovare i termini corretti - singolari affermazioni: "Bambini abbandonati a loro stessi, case sporche, piatti in tavola freddi e da fast food, vestiti sudici e da portare in lavanderia, eccetera..."; "Quante volte vediamo ragazze e anche signore mature circolare per la strada in vestiti provocanti e succinti?"; "Quanti tradimenti si consumano sui luoghi di lavoro, nelle palestre, nei cinema, eccetera?". Mancano solo un tot di ossessivi riferimenti alla copulazione col diavolo ed una dettagliata descrizione di come le streghe siano solite rubare il membro agli uomini.

Secondo Bruno Volpe, dunque, sono le donne a provocare gli uomini: "Costoro provocano gli istinti peggiori e se poi si arriva anche alla violenza o all'abuso sessuale (lo ribadiamo: roba da mascalzoni), facciano un sano esame di coscienza: "forse questo ce lo siamo cercate anche noi"?". Se un farabutto strupra una donna, costei deve farsi un'esame di coscienza perchè la colpa di quanto le è successo è anche sua! Mi chiedo come avrebbero commentato la cosa Sprenger ed Institor.

Il Volpe però ha la soluzione, ed è la censura: "Basterebbe, per esempio, proibire o limitare ai negozi di lingerie femminile di esporre la loro mercanzia per la via pubblica per attutire certi impulsi; proibire l'immonda pornografia; proibire gli spot televisivi erotici, anche in primo pomeriggio. Ma questa società malata di pornografia ed esibizionismo, davanti al commercio, proprio non ne vuol sapere: così le donne diventano libertine e gli uomini, già esauriti, talvolta esagerano". Geniale, nella società moderna le brave massaie sforna-figli di una volta diventano troie libertine, inducendo in tentazione i poveri - ed esauriti, non si sa perchè - maschi. Mi chiedo come avrebbero commentato la cosa Gesù Cristo e Maria Maddalena.

Nel 1486 il vescovo di Bressanone, Georg Golser, allontanò a calci dalla propria diocesi Heinrich Institor: era stanco dei processi e delle condanne sommarie del domenicano. Sono convinto che articoli come quello scritto su un blog cattolico dal signor Bruno Volpe produrranno, nell'opinione pubblica, il medesimo effetto nei confronti dell'intera chiesa cattolica: la questione è se l'intera chiesa cattolica abbia intenzione di fare la stessa fine di Institor. Vedendo quale sia la posizione della chiesa nei confronti degli omosessuali, per dirne un'altra, viene da pensare che l'obiettivo sia proprio quello.

Tanto sono ateo, io.

20.12.12

Le 10 cose da fare prima della fine del mondo

Domani, 21 dicembre 2012, come profetizzato da quei portasfiga dei Maya il mondo finirà: complice la fastidiosa questione dei fusi orari non è ancora chiaro a che ora è la fine del mondo (cit.), in ogni caso onde evitare quell'odioso senso di incompiutezza che ti prende ogni volta che sta per arrivare l'Armageddon ecco una utilissima lista delle 10 cose da fare prima della fine del mondo.

In ordine rigorosamente a cazzo:

1 - Mangiare una fetta assurdamente enorme di panettone. FATTO

2 - Fare esplodere la testa di un rombo usando un forno tradizionale. FATTO

3 - Controllare se i saldi natalizi di Steam sono iniziati. FATTO

4 - Ricaricare la Lampe Berger con un mix letale di tutte le profumazioni che attualmente ho nella credenza. FATTO

5 - Giornata dedicata al rutto libero. FATTO

6 - Prendere in giro gli amici milanisti perchè il Barcellona a febbraio farà scempio dei rossoneri negli ottavi di finale di Champions League. FATTO (ANCHE SE LA COSA POTREBBE SEMBRARE PARADOSSALE)

7 - Scrivere qualche simpatico post dedicato alla situazione disastrosa del PDL. FATTO (RIPETUTAMENTE)

8 - Cagare e pisciare il cane, nonostante il freddo polare. FATTO

9 - Vestirsi da demente per fare da corista in Rock DJ di Robbie Williams al saggio annuale della Sissi. FATTO

10 - Finire almeno una volta Diablo III a livello normale trattenendo i conati di vomito, per poterlo poi disinstallare senza rimpianti. FATTO

Capolavoro. Chissà se stasera lo ridanno su Rai Movie.

19.12.12

Hollow, il nuovo brano degli Alice In Chains



Hollow - Alice in Chains

Nuova canzone e nuovo video, realizzato con le immagini pubblicate su Instagram dai fan della band, per gli Alice in Chains; Hollow, il titolo del nuovo brano della band capitanata da Jerry Cantrell, sarà disponibile per il download a partire dall'8 gennaio prossimo (...Maya permettendo), ma la vera notizia è che un nuovo album degli Alice in Chains uscirà nella primavera del 2013.

Dopo la morte della storica ed indimenticata voce solista Layne Staley (il 5 aprile 2002) gli Alice in Chains erano tornati in piena attività nel 2009 con il nuovo cantante William DuVall (ex Comes with the Fall) e l'album Black Gives Way to Blue. Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

18.12.12

Andrzej Sapkowski: il nuovo libro esce in Italia a gennaio 2013

Una singolare copertina: che si tratti di Ciri???
 
Come annunciato in anteprima assoluta sulla pagina Facebook della Casa Editrice Nord, il "nuovo" libro di Andrzej Sapkowski dedicato alle avventure dello Strigo Geralt di Rivia (protagonista dell'ottima saga di videogiochi "The Witcher") ed intitolato "Il Tempo della Guerra" arriverà in tutte le librerie a gennaio 2013.

Peraltro il sito ufficiale della Casa Editrice Nord, alla pagina dedicata all'autore, ancora non riporta alcun aggiornamento; fino ad oggi sono stati tradotti in italiano i volumi "Il guardiano degli innocenti", "La spada del destino" ed "Il sangue degli elfi".

17.12.12

Le migliori giustificazioni della storia

Misconosciute, tralasciate o addirittura schifate dai grandi storici: annali, cronache e libercoli vari ci hanno lasciato tutta una serie di testimonianze circa le grandi giustificazioni rese dai personaggi più gloriosi apparsi sul pianeta nei momenti di maggior difficoltà, eppure questo piccolo tesoro che illustra come l'animo umano non sia poi cambiato più di tanto nel corso dei secoli giace abbandonato nei musei.

Probabilmente, e questa è l'unica giustificazione che mi sembra plausibile, la volontà della storiografia fu quella di lasciare intatto il piedistallo sul quale il popolo bue ha sempre osservato gli uomini illustri, l'immagine dei quali verrebbe lesionata dall'ingenuità, anzi dalla profonda umanità delle scuse trovate da costoro al momento di salvarsi il culo. Farò alcuni esempi.

Forse non tutti sanno che, nel libro terzo della Historia di Gaio Vello Pubico, si narra che Nerone non solo ammise la paternità della colpa del grande incendio di Roma, ma si giustificò dicendo che aveva freddo.

In un messaggio in codice captato dai servizi segreti sanmarinesi nel corso della Seconda Guerra Mondiale e mai rivelato al mondo (per la ragione su esposta, credo) si coglie una sconvolgente rivelazione: Hitler in persona ammette di aver scatenato la guerra perchè si annoiava.

Ancora più clamorosa è la giustificazione resa da Stalin, leader dell'URSS dal 1924 al 1957, il quale ai suoi più stretti collaboratori rivelava di avere iniziato negli anni trenta il periodo delle purghe perchè soffriva di stitichezza.

In una versione mai data alle stampe del romanzo Peter Pan di J. M. Barrie, che come tutti sanno è la fedele cronaca di una storia vera, si scopre che Capitan Uncino da la caccia  a Peter Pan semplicemente perchè sull'Isola Che Non C'è erano finite le lepri.

Ecco perchè ci stupiamo, oggi, se un uomo ha finalmente il coraggio di alzare il velo sulla propria fragile umanità e si giustifica del fatto di essere andato a mignotte con la scusa che si sentiva solo.

Nerone? Aveva freddo.

13.12.12

Ai mondiali in Brasile ci faranno la festa

Un increscioso equivoco ha parzialmente rovinato l'atmosfera di allegra spensieratezza che caratterizzava la finale di ritorno dell'11a edizione della prestigiosa Copa Sudamericana tra i padroni di casa brasiliani del San Paolo e gli argentini del Tigre, allo stadio Morumbì di San Paolo (Brasile).

Durante l'intervallo, infatti, un gruppo di circa 20 persone attendeva i giocatori argentini (che durante il primo tempo avevano subito 2 goals) all'interno degli spogliatoi: chiaramente l'intento era di onorare gli ospiti con una folcloristica esibizione alle percussioni (tra gli strumenti utilizzati alcuni elegantissimi manganelli), impreziosita da divertenti giochi di abilità con una pistola. Oltretutto, per evitare di disturbare l'esibizione in onore degli stimati ospiti, la polizia militare brasiliana aveva impedito alle telecamere di entrare negli spogliatoi: quale delicatezza!

Incredibilmente però i giocatori del Tigre, evidentemente non abituati alla calda ospitalità tipica dei brasiliani, finivano per equivocare le intenzioni dei performers locali e, nella confusione generata da questo qui-pro-quo, subivano alcune involontarie e fortuite percussioni (capita quando incautamente ci si infila nel bel mezzo di una esibizione alle percussioni). L'equivoco aveva una conseguenza inattesa: gli argentini infatti non si presentavano in campo per riprendere la partita, e dopo una mezz'ora buona di attesa l'arbitro cileno Enrique Osses si vedeva costretto a decretare la fine del match, e dunque la meritatissima vittoria dei padroni di casa brasiliani del San Paolo nella Copa Sudamericana. Una grande e onorevole vittoria per tutto il Brasile!

Nel ricordare che i prossimi mondiali di calcio si svolgeranno proprio in Brasile nel 2014 (che scelta assennata da parte della FIFA!) viene spontaneo azzardare alcune ipotesi circa le grandi manifestazioni sportive che ci aspettano nei prossimi anni. Vedrei bene ad esempio gli europei di volley femminile in Daghestan, o le Olimpiadi in Pakistan; oppure i mondiali di hockey su ghiaccio in Somalia, per non dire dei campionati di Matkot in Palestina.

E vogliamo mettere i Giochi della Gioventù organizzati nel centro sportivo di Palazzo Madama???

Quante belle feste ci attendono ai mondiali di calcio di Brasile 2014!

Love, sex, pain, confusion, suffering...PdL

Dopo aver rovesciato il governo Monti (che aveva riconsegnato all'Italia una faccia spendibile anche in Europa) per il solito capriccetto personale, ieri Silvio Berlusconi durante le presentazione del nuovo, incredibile, imperdibile, affascinante, mai-più-senza libro di Bruno Vespa ("Il Palazzo e la Piazza", Mondandori) ha dichiarato che se Monti dovesse accettare di guidare i moderati, lui si farebbe da parte (lanciamo una campagna su Kickstarter?!?!?!).

Sempre Silvio Berlusconi, durante la presentazione dell'inimitabile nuovo libro di Vespa, ha litigato con quel che resta della Lega Nord minacciando che, se non si troverà un accordo in vista delle prossime elezioni, lui farà cadere un tot di giunte regionali (Veneto, Piemonte e Ballelandia, per la precisione).

Ancora Silvio Berlusconi, sempre durante la blablabla, se l'è poi presa contro:

- Corte Costituzionale;
- Quirinale;
- Magistrati;
- Heidi e suo nonno;
- Robin di Batman & Robin;
- Benjamin e Frankoviak;

tutti più o meno colpevoli di essere percepiti come uomini (...anche Heidi, si) di sinistra.

Berlusconi ha anche detto che gli dispiace non poter candidare alle prossime elezioni Marcello Dell'Utri, confondatore di Forza Italia ed attualmente senatore della Repubblica per il Popolo della Libertà. Ecco, qui ci starebbe bene una poker face (e se non capite perchè meritate di essere indagati per concorso esterno in associazione mafiosa).

C'è però un passaggio delle parole di Silvio Berlusconi che lascia aperto uno spiraglio di speranza. Prima afferma che "nel 2008 avemmo il 37,4%, dopo il congresso siamo saliti al 41,9%. Da focus che sono stati fatti al nord, al centro e al sud risulterebbe oggi che praticamente nessuno di quegli elettori che allora ci diedero fiducia oggi sarebbe non disposto a ridarci fiducia" (...sicuro sicuro sicuro???); poi - ed ecco lo spiraglio di speranza - Berlusconi aggiunge che questi elettori "si sono rifugiati nel non voto, ma potremmo riconquistarli se fossimo in grado di presentarci con un buon programma e uno schieramento di uomini nuovi e capaci".

Appunto, evviva c'è speranza.

Questa è la faccia tipica dell'elettore di destra nel corso degli ultimi anni.



12.12.12

Lo spread è un imbroglio! (ma LoL)

I segnali dell'avvicinarsi della fine del mondo, prevista come sappiamo il 21 dicembre prossimo,  continuano a riproporsi come i fagioli messicani cucinati al microonde (provateci se non ci credete): il fatto inquietante che io scriva questo post il 12-12-12 già da solo basterebbe per cacarsi allegramente addosso (con la collaborazione dei fagioli messicani, ovviamente), ma c'è dell'altro.

Un noto uomo politico italiano ha affermato, recentemente, che lo spread (ovvero il differenziale di rendimento tra la carta straccia italiana e la carta buona tedesca) sarebbe un imbroglio del quale a noi non dovrebbe importare nulla. Ok, basta aggiungere che il "noto uomo politico" in questione è Silvio Berlusconi e tutti noi prendiamo la faccenda con una risatina, ma...

...ma LoL! Un politico che ci viene a dire che lo spread è un imbroglio non può essere definito altrimenti che come un segnale - appunto - dell'incombente avverarsi della profezia Maya. E' come se un gommista ci dicesse che montare le gomme invernali entro il 15 novembre è una minchiata, o come se il dietologo volesse convincerci che le diete fai da te sono le migliori, o come se un attore porno sostenesse che per girare una scena hard l'erezione non è fondamentale.

Peccato (si fa per dire) non avere un conto in Banca Mediolanum, perchè sarei veramente curioso di chiedere ad un mio eventuale gestore personal se anche lui sia convinto che lo spread è un imbroglio: no, perchè se così fosse forse mi verrebbero in mente tante altre belle domande da fare. Cioè, per dire, prima della fine del mondo. Prevista per il 21 dicembre prossimo. Ma LoL.

Trova le differenze. Dai, che è facile.

6.12.12

Il PDL alle grandi manovre

E così, tra ripicche, ripicchine e tentativi di prolungare all'infinito i gradi di giudizio, la notizia di oggi è che il PDL - o meglio, quel che resta del PDL - ha deciso di togliere la fiducia a Monti: evidentemente alla fine le primarie del centrodestra non si faranno (pare che Topo Gigio avesse comunque deciso di non candidarsi), e bisogna preparare il campo al ritorno in pompa magna di Silvio vostro sulla scena politica italica.

In tutto questo casino (ogni riferimento a locali di dubbia moralità è puramente casuale) continua lo stillicidio di voci circa il "dinosauro" che il leader del Popolo delle Libertà avrebbe in mente di riciclare, buttando alle ortiche quanto di buono (??????) fatto dal PDL in questi anni: pare infatti che dalle parti di Arcore sia forte la tentazione di riportare in vita la cara vecchia Forza Italia (viene da pensare che, come nei videogiochi, anche in politica gli zombi siano tornati di moda). L'alternativa sarebbe trovare una nuova etichetta per il PDL, un nome nuovo ed orecchiabile accompagnato da un logo moderno e facilmente replicabile (su tazze, merendine, carta igienica, sciarpe, spilline, ninnoli vari) che sappia attirare le simpatie dei consumatori.

Quella del riciclo è poi la speranza di tanti patrioti che temono altre appropriazioni "indebite" da parte del reparto marketing del Cavaliere; dopo essere stati scippati nel 1994 dell'esortazione tanto cara a noi italiani ("Forza Italia", appunto), e aver perso la possibilità di identificarsi anima & core con l'immagine di una progenie storicamente anelante all'autodeterminazione (vedi il "Popolo delle Libertà"), gli italiani tutti preferirebbero una bella operazione di riciclaggio ("Forza Italia" in fondo è già bruciata) ad una nuova operazione commerciale che, nel battezzare il nuovo (ma LoL) soggetto politico, li privasse di un'altra invocazione paradigmatica.

Per dire: e se decidono di chiamarlo "W LA FIGA"?

Abbiamo tutti una figa dentro al cuore.

29.11.12

Ricordarsi di rinnovare la Carta d'Identità

Succede che tu ti accorga quasi fuori tempo massimo che ti sta per scadere la Carta d'Identità, e quando vai in Comune per rinnovare il documento il seguente fatto ti si pari innanzi in tutta la sua evidenza:

Io Sempavor
Tu Sempavori
Egli Sempavora
Noi Sempavoriamo
Voi Sempavorate
Essi Sempavorano

Insomma, sei coniugato!

L'eleganza, prima di tutto. Sempre detto, io.

25.11.12

La Formula 1 su Sky dal 2013: un boomerang?

Oggi, nell'ultimo Gran Premio della stagione 2012, Sebastian Vettel ha deciso che la Formula 1 si sarebbe dovuta congedare dal pubblico italiano in sordina, senza gioia: Fernando Alonso è infatti rimasto all'asciutto, ed il titolo mondiale è andato al giovane pilota della Red Bull. Game Over, dunque, per la Ferrari e per gli appassionati italiani: dalla stagione 2013, infatti, la Formula 1 sarà visibile in esclusiva su Sky.

La notizia è vecchia, ma con la gara del Brasile in archivio è fatalmente giunto il tempo di guardare al futuro: dall'anno prossimo tutte le gare di Formula 1 saranno appunto trasmesse in esclusiva da Sky, che concederà ad altre emittenti (Cielo?...) la diretta in chiaro di 9 Gran Premi e la differita degli altri 11. Tutti gli appassionati dovranno dunque aggiungersi all'elenco dei clienti Sky, per continuare a godere dello spettacolo della Formula 1; se non v'è dubbio che la qualità di tale spettacolo non potrà che beneficiarne, credo che gli aspetti negativi dell'operazione siano comunque maggiori dei benefici.

In primo luogo, bisogna tenere in conto l'inevitabile diminuzione di visibilità di tale sport: in tempi di crisi - ma anche in tempi normali, eh - non è detto che tutti gli interessati decideranno di sborsare l'obolo per vedere in diretta le gare del proprio sport preferito. Il fatto che l'intrattenimento offerto dalla Formula 1 non sarà più accessibile come lo è stato fino ad oggi si tradurrà in una diminuzione del relativo bacino di utenza. E questo non è bene: meno pubblico significa meno interesse, e meno interesse significa meno denaro.

Secondo, per una legge non scritta i più forti sono sempre anche i più antipatici: la MotoGp è di Sky, il calcio è di Sky, le Olimpiadi sono di Sky, la Champions League è di Sky...non è che il dottore obblighi la gente a guardare lo sport, intendiamoci, ma quando ci tolgono qualcosa che fino ad un attimo prima era stato gratis (perchè ormai al canone RAI ci si è rassegnati...) è inevitabile stizzirsi. Personalmente, io che sono cliente Sky sono stizzito.

Terzo, a mia mamma piace da matti la Formula 1: tifa Ferrari, e gufa pesantemente e senza ritegno contro tutti gli avversari delle monoposto di Maranello; l'anno prossimo, piuttosto di pagare per l'installazione di una parabola e per il canone di Sky molto probabilmente schiferà la Formula 1 e diventerà un'appassionata di tamburello, che tanto su Raisport 1 o 2 va sempre per la maggiore. Direte: a noi di tua mamma frega niente. Fate anche bene, per l'amor del cielo: io intanto però da stizzito passo direttamente all'incazzato.

Oggi, quando si sono spente le luci della cerimonia del podio dell'ultimo Gran Premio della stagione 2012, è partito il boomerang della Formula 1: l'anno prossimo questo boomerang tornerà indietro (lo fanno tutti i boomerang, bastardi) e colpirà qualcuno. Io un'idea di chi potrà mai essere questo qualcuno, già ce l'ho.

Vista l'espressione viene da chiedersi se anche Alonso sia preoccupato per il boomerang.

23.11.12

Gli Impuniti


"Gli Impuniti", oppure "Gli Impuniti?", oppure "Facebook libera tutti": erano questi i miei dubbi circa il titolo da affibbiare a questo post. Alla fine mi sono reso conto che non sono tanto le conseguenze che mi interessano, quanto i fatti, e dunque ecco un affermativo e generico "Gli Impuniti". Ma veniamo - appunto - ai fatti.

Capita che oggi, sulla pagina ufficiale EA Sports FIFA Italia di Facebook (link), venga annunciato che solo per questo weekend la versione PC di FIFA 13 sarà scontata su Origin del 40% e dunque sarà possibile acquistare e scaricare (legalmente) il gioco al prezzo di 29,94 € anzichè 49,90 €: chi fosse interessato all'acquisto digitale dell'ottimo simulatore calcistico di Electronic Arts può recarsi a questa pagina per ottenere maggiori informazioni.

L'immagine che ho pubblicato (opportunamente cammuffata) ad inizio post parla da sola: tra i vari commenti degli aficionados di FIFA all'annuncio dello sconto, è attualmente ancora possibile leggere le perle di Emanuele M. e di Adriano L.; il primo si stupisce che ancora ci sia gente che acquista i videogiochi su PC, invece di scaricarli da uTorrent o da eMule come ha fatto lui (cita FIFA 13 e Grand Theft Auto San Andreas, saranno felici Electronic Arts e Rockstar Games). Il secondo si unisce al coro di sorpresa per tutti i polli che acquistano legalmente i videogiochi per PC invece di rubarli, e si vanta di aver scaricato FIFA 13 e Pro Evolution Soccer 2013 (così facciamo felice anche Konami, vero?) con tanto di "telecronaca poi trovata in rete in italiano" (cit.).

Pensare che commenti di questo tipo siano stati postati su quella che è la pagina Facebook ufficiale italiana di EA Sports dedicata a FIFA fa venire i brividi: è come rubare un'auto e poi andare a vantarsene dal concessionario, o come sparare ad un leone durante un Safari e poi bullarsi della propria mira nel bel mezzo del branco, o come essere appassionati di bestemmia creativa e dare prova delle proprie abilità in una chiesa. Pensare che queste due persone non abbiano avuto il minimo scrupolo morale, la minima vergogna o la minima scintilla intellettiva per rendersi conto che cose del genere sarebbero da evitare, invece, fa semplicemente incazzare.

Nel periodo in cui i casi della vita mi avevano portato a monitorare le pagine Facebook ufficiali di alcuni videogiochi, in casi del genere si procedeva nel più breve tempo possibile a cancellare i commenti incriminati. Mi chiedo se gli amministratori della pagina ufficiale EA Sports FIFA Italia faranno altrettanto, o se verranno presi altri provvedimenti nei confronti delle due persone coinvolte. Ma come ho scritto non sono le conseguenze delle azioni di Emanuele M. e di Adriano L. ad interessarmi, perchè temo che a questo mondo certe cose non interessino a nessuno. Come non interessa, a Emanuele M. e ad Adriano L., passare per i soliti Impuniti che con i loro comportamenti fanno incazzare tutti ma, a questo mondo, la passano sempre e invariabilmente liscia.

PS: se anche voi siete tra i polli che ancora acquistano i videogiochi su PC invece di scaricarli da uTorrent o da eMule come i nostri simpatici beniamini Emanuele M. e Adriano L., magari vi interesserà sapere che sono partiti i Saldi d'Autunno di Steam, che fino al 26 novembre ci regaleranno tante belle offerte irrinunciabili.

18.11.12

I Maya avevano ragione

A vedere quel che sta succedendo in questi ultimi giorni viene da pensare che i Maya - forse - avevano ragione: gli antichi abitanti del sud del Messico avrebbero indicato nel 21 dicembre 2012 la data della fine del mondo, almeno secondo teorie degne del miglior Kazzenger.

Gaza, i palestinesi e gli israeliani: manca tanto così al definitivo traboccare di un vaso che da anni minaccia di inondare quelle terre contese...ed il mondo intero. E se veramente Israele dovesse iniziare una massiccia campagna di terra? Cosa farebbe, in Iran, il simpatico Ahmadinejad? Chi ci assicura che il presidente della repubblica islamica dell'Iran non si sveglierà un bel giorno con la luna storta e non deciderà di punire gli israeliani con una bella testata atomica su Gerusalemme?

E se succedesse davvero? Sarebbe probabilmente l'inizio della fine, perchè non possiamo certo pretendere che gli USA del neo-eletto Obama non rispondano immantinente all'attacco iraniano contro gli alleati israeliani. E poi gli alleati dell'Iran risponderebbero a loro volta, e alleati dopo alleati tutte le alleanze di questo mondo finirebbero coinvolte (o nuclearizzate prima di finire coinvolte) nella guerra che spazzerà via il genere umano dal pianeta.

Sono cazzi amari, hevenu shalom aleichem, ci portate la pace...quella definitiva, però.

Un bel Fallout ci risparmierà da una eventuale rielezione di Silvio Berlusconi???

9.11.12

Appunto di Sempavor nr.31

Se la moglie chiede al marito "stasera andiamo al Leoncavallo che c'è un concerto dei Subsonica?", e lui le risponde "no, mi spiace, stasera ho il coro della chiesa" ci sono gli estremi per chiedere il divorzio con addebito???

Appunto di Sempavor nr.31

Subsonica, live @ Leoncavallo (MI), 9 novembre 2012, prezzo 10 €.

7.11.12

USA 2012: Barack Obama rieletto Presidente

Elezioni Presidenziali USA 2012 - Barack Obama ha sconfitto il candidato repubblicano Mitt Romney ed è stato rieletto Presidente degli Stati Uniti d'America. Qui di seguito un'immagine del vero momento decisivo di queste elezioni: un retroscena davvero inquietante.

Mitt Romney: sei fuori.

5.11.12

Dragonborn, la nuova espansione di Skyrim, arriva il 4 dicembre



Come ampiamente previsto, Bethesda ha rilasciato oggi il trailer di quella che, dopo Dawnguard, sarà la seconda "vera" espansione per The Elder Scrolls V: Skyrim: il titolo della nuova espansione, o meglio DLC, è Dragonborn.

In Dragonborn a quanto pare torneremo (molto volentieri!) sull'isola di Solstheim, già visitata anni fa nell'espansione Bloodmoon per il mai troppo lodato The Elder Scrolls III: Morrowind, sulle tracce di quello che fu il primo "sangue di drago" della storia: il nostro predecessore (perchè credo che ormai tutti sappiano che, in Skyrim, il nostro alter ego è l'ultimo "sangue di drago" sulla piazza) era uno dei sacerdoti del drago, e precisamente l'emissario dell'allegra combriccola proprio su Solstheim.

Il problema è che il simpaticone non servì i draghi, come ci si sarebbe aspettati da lui...li distrusse, e come loro adesso intende ritornare. A parte quello che sospetto sarà un poco amichevole incontro con il capostipite dei sangue di drago, la chicca della nuova espansione pare essere la possibilità per l'avatar del giocatore di cavalcare (nel senso di utilizzarli come mezzi di trasporto) i draghi. Personalmente sono molto più attratto dall'ambientazione, che dal poco che ci è dato vedere al momento rieccheggia - comprensibilmente - atmosfere di morrowindiana memoria.

Dragonborn sarà disponibile dal 4 dicembre su Xbox Live al prezzo di 1600 Microsoft Points; a seguire, probabilmente, le versioni PC e PS3 (...bug permettendo!!!) del DLC.

4.11.12

Juventus - Inter 1-3, i voti della Juventus

La spensierata Inter dello spensierato Andrea Stramaccioni espugna lo spensierat...l'inespugnato Juventus Stadium e infligge agli spensierati campioni d'Italia la prima sconfitta dopo 49 spensierate gare. Ecco i voti della spensierata compagine bianconera.

[IL MIGLIORE] TAGLIAVENTO voto 7
Inizia bene, poi si perde: dopo 18 secondi non vede Asamoah in fuorigioco di 2 metri e convalida la rete di Vidal, al 12° vede il torso di Palacio in fuorigioco ed annulla il gol del pareggio nerazzurro, al 34° non espelle Lichtsteiner, meritevole del rosso diretto. Poi, come il resto della squadra, va in affanno: si distrae sul rigore assegnato all'Inter, e non può nulla sulle altre due reti degli ospiti. Silenziato.

PIRLO voto 6,5
Sforna assist ai compagni, ma predica nel deserto. Deluso.

BUFFON voto 6
Serata storta, i compagni non erigono il consueto muro davanti alla sua porta e lui non può nulla contro Milito e Palacio. Impallinato.

MARCHISIO voto 5,5
Ha la colpa di sbagliare il match point tirando contro Handanovic in uscita. Cecchino.

GIOVINCO voto 5,5
E' grosso la metà di Samuel ma gioca lo stesso, forse non è tutta colpa sua se vive una serata storta. Cucciolo.

BARZAGLI voto 5,5
Come il resto della squadra, inizia bene e poi va in affanno. Iperbarico.

BONUCCI voto 5
Cala nella ripresa, quando dalle sue parti si scatena il finimondo. Spaesato.

CHIELLINI voto 5
Vede Milito solo nel primo tempo, poi è il buio ed i risultati si vedono. Spento.

VIDAL voto 5
La sua partita finisce dopo 18 secondi: qualcuno gli spieghi che ci sono altri 90 minuti. Precoce.

ASAMOAH voto 4,5
Vedi sopra: passano 18 secondi, e sul solito schema-Juve (arbitro non vede, rete) manda in gol Vidal. Poi il nulla. Impaziente.

VUCINIC voto 4,5
Non incide, forse perchè sente la pressione della sfida. Sgonfio.

ALESSIO (ALLENATORE) voto 4,5
E' colpevole di non sfruttare la serata di grazia di Tagliavento per mettere subito KO l'avversario: nella ripresa ne paga le conseguenze. Misericordioso.

LICHTSTEINER voto 4
Esce anzitempo per evitare il secondo cartellino giallo, o direttamente il rosso. Frettoloso.

[IL PEGGIORE] LA PANCHINA DELLA JUVENTUS voto 3
Stavolta lo schema già applicato con successo a Catania (decisione arbitrale favorevole agli avversari, proteste corali della panchina e decisione arbitrale ribaltata) non riesce, e il rigore assegnato all'Inter viene confermato: Milito segna, e da quel momento la partita cambia volto. Silenziati.

Serie A
11a giornata
Juventus - Inter 1-3
1° pt Vidal
14° st Milito (r)
30° st Milito
45° st Palacio
Lo spensierato Stramaccioni: 1-3, sul campo.

28.10.12

La cantonata del reparto marketing del PDL

Questa volta il reparto marketing del PDL ha preso una cantonata di dimensioni colossali, hai voglia a sostenere il contrario: viene da chiedersi se i consumatori di centro-destra che erano soliti votare per il PDL e che ultimamente avevano visto vacillare le proprie convinzioni verranno davvero convinti a tornare all'ovile.

Alcuni giorni fa Silvio Berlusconi annunciava urbi et orbi il proprio ritiro dalla politica, scelta che oserei definire condivisibile se andiamo a ricordare (cito a caso le prime cose che mi vengono in mente) la crisi inesistente visto che i ristoranti eran pieni, le nipoti minorenni di Mubarak, Nicole Minetti, la gestione dello show-terremoto in Abruzzo, eccetera eccetera. In quest'ottica raccontare ai passeri che fosse giunto il momento di presentare carne fresca nel reparto macelleria delle elezioni poteva anche starci: insomma, credo che presso una buona percentuale di pubblico centrodestrista lo spot avrebbe anche potuto avere successo.

Ma ecco la cantonata del reparto marketing del PDL: neanche il tempo di beccarsi una bella condanna di 4 anni (3 dei quali condonati per indulto) per frode fiscale, oltre a 5 anni di inibizione dai pubblici uffici nell'ambito del Processo Mediaset, che il Silvio Berlusconi improvvisamente mi cambia idea e annuncia all'Italia tutta che lui torna di nuovo in campo per combattere contro la dittatura dei magistrati (per evitare che quello che è successo a lui possa succedere ad altri...ma LoL!), minacciando oltretutto di togliere la fiducia al governo Monti, la cui politica avrebbe gettato l'Italia nella "spirale della recessione". Cosa?

Lasciatemi dire che, dal punto di vista del marketing, quant'ultima mossa lascia quantomeno basiti: non funziona, semplicemente. Non è credibile. Non riesce ad ipnotizzare i consumatori, o perlomeno quelli dotati di intelletto. E' sbagliata, al limite del ridicolo. E questo stupisce: stupisce perchè Forza Italia prima ed il PDL poi avevano puntato tutto sull'immagine, sugli slogan, sull'appeal commerciale di quella che veniva spacciata per una proposta politica tendente al bene dell'Italia. E adesso invece siamo allo stupro delle regole elementari del marketing, al raschio sul fondo del barile, alla campagna su Google fatta con 10 euri perchè ormai si è disperati.

Oggi, infatti, si sceglie di lanciare la nuova campagna commerciale utilizzando un testimonial già ampiamente bruciato, che oltretutto si era appena deciso di pensionare (in colpevole ritardo, aggiungo), con una tempistica orribile (davvero troppo recente la condanna a 4 anni perchè il pubblico pagante non veda il collegamento con il "nuovo" prodotto), ed utilizzando come slogan non solo i soliti attacchi ai magistrati (roba fritta, ormai non convince più nessuno), ma anche gli scontatissimi, abusati, banali, populisti sentimenti anti-Monti che, per una ragione o per l'altra, pervadono quelle parti dell'opinione pubblica che son solo capaci di parlare contro questo o contro quello, senza proporre soluzioni alternative percorribili.

Su questo punto in particolare mi sento di poter sostenere che il reparto marketing del PDL questa volta ha preso una cantonata di dimensioni colossali: non solo il loro prodotto aveva dimostrato di essere totalmente inefficace contro la crisi, ma ora si tenta di rilanciarlo gettando fango su chi (il governo Monti) sta tentando mosse giocoforza disperate per uscire da una crisi per troppo tempo sottovalutata (per non dire negata). Insomma: un prodotto inefficace ed una campagna pubblicitaria dannosa. Se non è una cantonata questa...

...e speriamo che lo resti.

24.10.12

E' una Juventus imbattibile anche in Europa

Continua anche in Europa la marcia trionfale degli imbattuti - sul campo - campioni d'Italia - sul campo - bianconeri - sul campo - della - sul campo - Juventus di Antonio Conte - sul camp...no, in tribuna -.

Nella serata di ieri infatti i fortissimi bianconeri torinesi hanno strappato un notevole pareggio per 1-1 in casa del Nordjell...Norskell...Nordenn...Nordsjaelland (!!!), squadra campione di Danimarca e con alle spalle una storia fatta da ben 21 anni di successi (la società è stata infatti fondata nel lontano 1991 con il suggestivo nome di Farum Boldklub). Cioè, mica stiamo parlando delle squadre seconde o terze o quarte qualificate di Spagna, Germania o Inghilterra: qui stiamo parlando dei Campioni di Danimarca!!!

Con il prezioso pareggio di ieri sera, che ricordiamo è arrivato contro i Campioni di Danimarca e non contro un Bayern Monaco (solo 2° in Germania) a caso, l'imbattibilità europea della Juventus si allunga a ben 9 partite, o per meglio dire addirittura a tre anni: pensate, la Juventus imbattuta in Italia non perde in Europa da ben tre anni consecutivi!

Sicuramente i più pignoli non mancheranno di notare come, in realtà, negli ultimi tre anni la Juventus in Europa oltre a non perdere mai non abbia mai nemmeno vinto: 6 pareggi nel girone di Europa League 2010-2011, con la squadra eliminata immediatamente, e 3 pareggi nella Champions League 2012-2013, che rendono estremamente problematica la qualificazione al turno successivo. Inoltre nella stagione 2011-2012 la Juventus, in Europa, nemmeno ci giocava...quindi bella forza dire che i bianconeri non perdono in Europa da tre anni! Ma ai tifosi bianconeri non interessano i discorsi dei soliti pignoli che odiano la Juve per partito preso: questa per loro è una Juventus imbattibile anche in Europa!

[AGGIORNAMENTO] Pare che il record di imbattibilità della Juventus in campo europeo sia stato letteralmente spazzato via dalla Ternana Calcio 1925 S.p.A. (squadra della città di Terni, in provincia di Perugia), la quale non perde in Europa da ben 87 anni.

I fortissimi Campioni di Danimarca si erano illusi, ma la Juventus è imbattibile anche in Europa!

22.10.12

Il ciclismo è morto, evviva...gli altri sport

E' il problema ricorrente di questi giorni: non sai se quello di cui stai parlando sia etichettabile come "sport" oppure come "cronaca". Anche questa volta, opto per la "cronaca".

Oggi 22 ottobre 2012 il signor Pat McQuaid, presidente dell'Uci (Unione Ciclistica Internazionale), ha comunicato che l'Uci riconosce la sentenza dell'Usada, l'agenzia antidoping statunitense, che ha squalificato il ciclista Lance Armostrong per doping, e dunque non presenterà appello contro tale sentenza. Lance Armostrong perde tutti i titoli vinti dal 1° agosto 1998 al 2005, e quindi anche i suoi 7 Tour de France consecutivi (1999 - 2005). "Lance Armstrong non ha più alcun posto nel ciclismo", le parole di McQuaid.

Per chi non abbia mai seguito il ciclismo questa sentenza significa poco o niente, vale giusto la curiosità di vedere aggiornata in maniera singolare la pagina dedicata all'albo d'oro del Tour de France su Wikipedia: 7 anni di "buco", con un americano che aveva dominato in lungo e in largo prima di essere beccato - anche se in terribile ritardo - con le mani nel sacco. Per tutti gli altri questa sentenza dovrebbe sancire, se il mondo gira ancora nel verso giusto, la morte definitiva del ciclismo: per quanto mi riguarda, qui si parla di un cadavere già bello che decomposto da parecchio tempo.

Vediamo di capirci: fottesega se abbia ragione l'Usada, e Lance Armstrong si sia davvero dopato, o se abbia ragione Lance Armstrong, e quella dell'Usada sia soltanto una cantonata di dimensioni apocalittiche. In entrambi i casi, quel che restava della malconcia immagine del ciclismo va definitivamente a farsi fottere davanti e dietro con un filo di A2M compreso. Chi in quegli anni abbia seguito le vicende del Tour, con le sfide tra Armstrong e Pantani o tra Armstrong e Jan Ullrich, tra salite, discese, cronometro, con tappe vinte, dominate e lasciate vincere, quei pomeriggi in diretta sulla Rai a godersi anche il panorama delle campagne francesi...chi abbia vissuto da tifoso quegli anni oggi se li vede portati via. Non valevano un cazzo, ti sei emozionato per niente. Ti hanno preso per il culo.

Uno sport che negli ultimi anni ha visto rivoluzionate troppe sue classifiche fuori tempo massimo, con le maggiori competizioni a tappe che hanno buttato giù dal podio dopati a ripetizione, oggi - e non importa da che parte stia la verità - perde anche 7 anni della sua storia. Se a voi pare poco, accomodatevi e continuate a tifare per Tizio, Caio o Sempronio, oppure ad emozionarvi per uno scatto o per una discesa presa a rotta di collo. Io le mie emozioni le tengo per me, anzi le riservo per qualcosa di meglio: il ciclismo è morto, evviva gli altri sport.

No comment.

21.10.12

Gli ultras fascisti del Verona insultano Morosini

Ero indeciso sull'etichetta da affibbiare a questo post: sport, o cronaca? Poi ho vomitato ed ho optato per cronaca.

Allo stadio Armando Picchi di Livorno ieri andava in scena la partita valida per il campionato di Serie B tra Livorno e Verona: fottesega del risultato finale, se vi interessa andatevelo a cercare altrove, che tanto l'unico augurio possibile è che il giudice sportivo dia la vittoria a tavolino al Livorno per 12 a zero. Ma cosa è successo?

Alla fine del primo tempo un gruppo di ultras del Verona ha intonato un coro contro Piermario Morosini, lo sfortunato calciatore del Livorno morto a 25 anni sul campo di Pescara il 14 aprile scorso per una crisi cardiaca. Il ributtante coro, per fortuna non avvertito dal resto dello stadio, si è poi concluso con saluti romani e slogan fascisti. La penosa scena non è però sfuggita alla Digos della questura livornese, la quale ha filmato gli autori del gesto grazie alle telecamere di sicurezza dello stadio ed ha informato immediatamente gli ufficiali di campo e la procura federale.

COSA DOVREBBE SUCCEDERE - Le autorità dovrebbero risalire alle identità degli ultras, raggiungerli ed arrestarli; a costoro dovrebbe essere vietato l'ingresso a qualsiasi manifestazione sportiva vita natural durante. Relativamente all'aspetto sportivo, al Verona dovrebbe essere assegnata la sconfitta a tavolino e, giusto per evitare il probabilissimo ripetersi di scene simili, una bella squalifica del campo della durata di - diciamo - almeno 6 mesi con l'aggravante di dover comunque giocare quelle che sarebbero state le proprie partite casalinghe a porte chiuse. Dici: così facendo però ne pagano le conseguenze anche il Verona società e tutti gli altri tifosi del Verona. Certo, perchè per isolare i delinquenti dal resto della società civile a volte è necessario dare una svegliata a tutti (ricordate le squadre inglesi squalificate per anni dalle coppe europee?): chissà che qualcuno apra finalmente gli occhi.

COSA, INVECE, SUCCEDERA' - Non succederà un beato cazzo: siamo pur sempre in Italia, baby!

10, 100, 1000 tessere del tifoso.

17.10.12

Project Eternity: conclusa la campagna su Kickstarter

73.986 backers, 3.986.929 di dollari raccolti: sono questi gli impressionanti numeri di Project Eternity, il crpg di Obsidian Entertainment che ha concluso nella notte la sua incredibile campagna di raccolta fondi su Kickstarter.

Nelle ultime ore di campagna sono stati letteralmente demoliti gli ultimi, grandi obiettivi dello sviluppatore: al raggiungimento dei 3 milioni è stato aggiunta una intera fortezza a disposizione del giocatore e del suo party, mentre ai 3.500.000 è stata la volta di una seconda, grande città che andrà ad aggiungere al gioco nuove mappe, negozi, personaggi e ovviamente quest.

Ma non finisce qui: last but not least, Obsidian aveva infatti fissato un ultimo, ambizioso obiettivo; a 4.000.000 di dollari il gioco sarebbe stato ulteriormente migliorato, beneficiando tra le altre cose dell'aggiunta di un commento degli sviluppatori in-game e di una colonna sonora registrata dal vivo. Se al totale dei fondi raccolti su Kickstarter si aggiungono i - circa - 140.000 dollari raccolti tramite PayPal, ecco che anche il muro dei 4 milioni di dollari è stato alla fine sfondato.

Un successo senza precedenti, dunque, con l'unica pecca (perlomeno per noi italiani) della mancata localizzazione nella nostra lingua; Project Eternity in ogni caso dovrebbe essere disponibile solo nell'aprile 2014, dunque il tempo per sperare in un...miracolo c'è.
Un mondo intero da esplorare, non prima del 2014.

13.10.12

La Polizia incapretta i bambini?


Il titolo lo servo su un piatto d'argento ai miei amici (???) anarchici: la Polizia incapretta i bambini? Perchè quanto successo a Cittadella alcuni giorni fa offre ahimè senza dubbio alcuno un ottimo gancio a tutti quei personaggi che, per le più svariate (s)ragioni, non chiedono altro dalla vita che un buon motivo per spalare fango - e non solo - contro le italiche forze dell'ordine.

A Cittadella un bambino di soli 10 anni, al centro di una contesa tra genitori, è stato prelevato da scuola dalle forze dell'ordine, e sottratto alla madre nella maniera disumana che potrete constatare da soli se avrete il fegato di guardare il video. Il tutto sotto gli occhi atterriti dei compagni di classe. Una zia del bambino, intervenuta per difendere il nipote che nel frattempo veniva trascinato sull'asfalto, è stata addirittura minacciata da una ispettrice delle forze dell'ordine, la quale si è rivolta alla donna con le seguenti parole: "Io non sono tenuta a dirle niente; sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno".

"Sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno": fa sempre più senso ogni volta che lo si ripete, nevvero? Se l'Italia fosse un Paese normale, l'autrice di una tale affermazione avrebbe già perso il proprio posto di lavoro ancora prima di riuscire a dire "Sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno" al galoppino che le avesse portato la bella (per noi) notizia. Perchè un Paese normale non se ne farebbe nulla delle scuse del capo della Polizia Antonio Manganelli, o delle scuse del governo.

Un Paese normale un titolo come il titolo di questo post non lo servirebbe su un piatto d'argento a chi, ci scommetto, non perderà questa ghiotta occasione per spalare fango (e non solo) contro uno Stato che viene rappresentato in modo tanto osceno dalle proprie forze dell'ordine.

12.10.12

Nicole Minetti va in pensione a 27 anni

Tutto vero, leggete qui.

Il 21 ottobre Nicole Minetti raggiungerà l'anzianità necessaria per ottenere la pensione: 30 mesi di mandato, come stabilisce la legge regionale numero 12 del 20 marzo 1995. Ha 27 anni.

Coi soldi nostri.

E noi poveri stronzi la pensione probabilmente non la vedremo mai.

Strappatemi i coglioni se io mai dovessi votare per costoro.

Il 21 ottobre questa sarà una pensionata.

11.10.12

Il primo screenshot di Project Eternity

Tanto tuonò che piovve: con l'Update #20 Obsidian Entertainment ha rilasciato il primo, atteso screenshot di Project Eternity, il crpg che si avvia a concludere - con enorme successo - la sua campagna di raccolta fondi su Kickstarter: la cifra raccolta sta infatti sfiorando i 2.700.000 dollari, senza contare quanto raccolto tramite PayPal.

Ovviamente si tratta di uno screenshot work in progress, ma dal momento che mancano ormai solo 5 giorni alla chiusura della campagna questa mi sembra un'ottima mossa per far parlare del gioco, ed attirare l'attenzione dei più distratti: ora o mai più, insomma (anche se scommetto che sul sito ufficiale di Project Eternity sarà possibile spendere un po' di euri...).

Lo screenshot ritrae l'entrata di un tempio situato nella regione a sud del fiume Bael che un tempo era occupata dal vasto regno elfico di Eir Glanfath, le cui rovine sono ormai abbandonate da secoli, se non da millenni: non so voi, ma a me questa sembra di averla già sentita.
Project Eternity, il primo screenshot.

9.10.12

Project Eternity: il primo screenshot arriva giovedì

Grosse novità per Project Eternity, il crpg di Obsidian Entertainment la cui campagna di raccolta fondi su Kickstarter sta ottenendo un gran successo (sono stati superati i due milioni e mezzo di dollari).

Come annunciato oggi, con l'update di giovedì 11 ottobre verrà rivelato il primo screenshot del gioco: ovviamente il progetto è ancora alle fasi...prenatali, ma non nascondo che la curiosità di gettare un primo sguardo sul mondo pensato da Avellone & soci è tanta (per chi non lo sapesse, il gioco verrà sviluppato con il motore grafico Unity).

En passant, aggiungo che i backers (coloro che hanno donato il soldo per finanziare il progetto) hanno superato quota 55.000, che il mega-dungeon "The endless Path" ha raggiunto il suo 5° livello di profondità e promette di andare oltre (1 livello in più ogni 2.500 backers oltre i 50.000), che si sono aggiunte alla compagnia le classi Barbarian e Cipher, che a chi avesse offerto 165$ e oltre verrà fatto gentile omaggio anche di Wasteland 2 (altro progetto che ha avuto un grandissimo successo su Kickstarter), e che siccome mancano appena 7 giorni alla conclusione della raccolta fondi sarà bene che muoviate le chiappette ed andiate in massa a finanziare il gioco.

Che magari se siete in tanti ci scappa pure la localizzazione in italiano.


7.10.12

Clamoroso al Curi!

Il titolo può essere considerato ingannevole, dal momento che oggi il Perugia di Battistini è uscito sconfitto 2-0 non dallo stadio Renato Curi (lode a te!) di Perugia, ma dallo stadio San Francesco di Nocera Inferiore, territorio della Nocerina (compagine che nella scorsa stagione militava in Serie B).

Le reti di Evacuo e Mazzeo (un ex) hanno sancito quella che è la seconda sconfitta consecutiva per i grifoni, dopo il clamoroso 1-2 casalingo contro il Pisa della scorsa settimana. Ahimè il sottoscritto non bazzica l'Umbria ma il lontano Piemonte, dunque per tastare l'atmosfera locale dopo questi recenti rovesci del Grifo deve fare affidamento a quegli ammassi di informazioni, sorrisi, indignazioni, beceratezze varie che sono i social networks.

Prima però, a beneficio dei più distratti, un brevissimo riepilogo di quanto successo negli ultimi anni.

STAGIONE 2009-2010: 11° in Lega Pro Prima Divisione. 5 sconfitte consecutive nelle ultime 5 partite, tra le quali lo 0-2 casalingo con il Foligno che salva i falchetti dall'incubo play-out. A fine stagione il Perugia di Covarelli fallisce.

STAGIONE 2010-2011: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo il fallimento dell'anno precedente, vince il campionato di Serie D e torna tra i professionisti.

STAGIONE 2011-2012: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo la promozione dai dilettanti dell'anno precedente, vince il campionato di Lega Pro Seconda Divisione e viene promosso in Lega Pro Prima Divisione.

STAGIONE 2012-2013: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo la promozione dalla Seconda Divisione dell'anno precedente, dopo 6 giornate di campionato è sesto in classifica.

Concluso il breve riepilogo, che ricordo viene presentato a beneficio dei più distratti, e tornando a bomba a quegli ammassi di informazioni, sorrisi, indignazioni, beceratezze varie che sono i social networks, ecco che mi vedo costretto a registrare gli strali di tifosi che al grido di "io l'avevo detto!" chiedono la testa dell'allenatore. Tifosi che evidentemente si son già dimenticati le due promozioni consecutive, e son convinti che al Grifo le promozioni le regalino; tifosi che non ricordano il Perugia di Covarelli, che in quella Prima Divisione che oggi ci vede fieri protagonisti faceva scempio della maglia concludendo una stagione orribile nel disarmo più totale.

Probabilmente io, dal lontano Piemonte, avrò una visione diversa della situazione, ma sono convinto che non sia per niente facile ricostruire ogni anno una squadra, e continuare a vincere; credo inoltre che dopo due promozioni consecutive non sia giusto pretendere immediatamente di vedere una squadra sempre vincente. Chissà, forse a Perugia qualcuno ha dimenticato quello che abbiamo passato negli ultimi anni, e soprattutto quello che è stato ricostruito; forse a Perugia è più facile prendersela con l'allenatore piuttosto che analizzare con razionalità la situazione attuale, e come ci si è arrivati.

Cose che succedono anche altrove, per l'amor del cielo, ma oggi - con un bel po' di sorpresa - mi tocca scrivere "clamoroso al Curi".

Ora più che mai, Forza Grifo!!!


4.10.12

Total War: ROME II, primo trailer di gameplay



Ed ecco che, finalmente, arriva un primo trailer per Total War: ROME II nel quale sia possibile mettere gli occhi su alcuni brandelli di gameplay.

Poca roba, intendiamoci, ma vedere la potenza di Roma che si avventa sulla delenda Cartagine nella magnificenza del nuovo motore grafico è qualcosa che apre il cuore, come anche l'apparente attenzione di Creative Assembly ai fatti storici. Una voce verso la conclusione del trailer si / ci chiede "cosa abbiamo fatto?", riferendosi alla città nemica completamente rasa al suolo, e son sicuro che la voce sia quella di Scipione Emiliano, che vide in quella tragedia la possibile sorte di Roma (diciamocelo: ci ha preso, e senza nemmeno conoscere i nostri politici).

"Fino a che punto ti spingerai per Roma?", recita il claim: direi che attendere con trepidazione l'uscita del gioco, di questi tempi, sia già qualcosa. Speriamo che Scipione Emiliano non ci resti male.

3.10.12

Nuovo, spettacolare trailer per Project CARS


Gametrailers ha pubblicato un nuovo, spettacolare trailer per Project CARS, simulatore di guida in realizzazione presso Slightly Mad Studios grazie al finanziamento (ben meritato!) degli utenti del portale World of Mass Development.

Project CARS uscirà solo nel 2013, ma chi desiderasse porre immediatamente le proprie manine pacioccose su cotanto ben d'iddio può già farlo semplicemente recandosi alla pagina dedicata alla selezione dei tool packs e scegliere l'opzione di proprio gradimento: in base al pacchetto scelto sarà possibile scaricare, installare e provare build a cadenza mensile o - addirittura - bi-settimanale, in modo da toccare con mano i progressi fatti dal prodotto.

Attualmente Project CARS ha superato il milione e mezzo di euro raccolti tra gli utenti, e volendo fare una battuta si potrebbe dire che i giocatori sono di fatto diventati il publisher del gioco, visto che lo studio di sviluppo aveva stanziato "solo" 1.495.000 € per la sua realizzazione: a voler essere perfidi, e dopo aver visto il nuovo trailer, viene da pensare che la community si stia dimostrando un publisher migliore di tanti colossi soldodipendenti.

Di sicuro, vista la mole impressionante di video, screenshots e quant'altro prodotti ad oggi, la community sta facendo meglio di tanti reparti marketing sparascemenze. Non che sia difficile, eh.

2.10.12

Project Eternity vola sempre più in alto

Continua su Kickstarter il grande successo di Project Eternity, il crpg di Obsidian che, a due settimane dalla chiusura della raccolta fondi, ha ormai superato i 2.200.000 di dollari (contro la richiesta iniziale di 1.100.000 per avviare il progetto) e i 50.000 "backers".

Con l'ultimo aggiornamento sono però arrivate una notizia stramba ed una "non-notizia".

La notizia stramba è relativa all'obiettivo che sarà "sbloccato" al raggiungimento dei 2.400.000 dollari di fondi: l'introduzione di crafting (ovvero la possibilità, per il giocatore, di realizzare armi, armature, pozioni e quant'altro utilizzando le materie prime raccolte durante il gioco) ed enchanting (ovvero la possibilità, per il giocatore, di aggiungere effetti magici ad armi, armature e quant'altro) nel gioco. Viene però da chiedersi se queste due caratteristiche non dovrebbero essere caratteristiche fondamentali di un vero crpg, e non eventuali aggiunte da prendere in considerazione solo in una fase avanzata del processo di raccolta dei fondi necessari alla produzione. La mia impressione personale è che in Obsidian - complice anche il gran successo della campagna - abbiano iniziato a fare un po' di...confusione.

La "non-notizia", invece, deriva direttamente dalla notizia stramba ed è che neanche al raggiungimento del ragguardevole traguardo dei 2.400.000 di dollari Obsidian pare essere intenzionata a prendere in considerazione la localizzazione in italiano e in russo di Project Eternity, e questo nonostante le numerose richieste giunte dalle community dei rispettivi paesi. Viene da chiedersi se in Obsidian non si sia deciso di puntare esclusivamente ai giocatori di lingua inglese, francese, tedesca e spagnola (vedi altro articolo), perchè il pericolo che il pubblico italiano (per quanto possa essere già in partenza molto limitato) e russo decidano di rinunciare al prodotto - non tanto per l'impossibilità di giocarlo in lingua inglese, quanto per polemica nei confronti della scelta degli sviluppatori - è da non sottovalutare.

Intanto mi pregio, in quanto bandito dell'ordine, di segnalare l'Obsidian Order of Eternity, un gruppo nato sui forum di Obsidian e formato da appassionati (ben 271, al momento) che hanno deciso di supportare ulteriormente il progetto, versando di propria sponte ulteriori $ 8 rispetto a quanto già "offerto" su Kickstarter per dare un'altra spintarella ad Obsidian verso la realizzazione di un crpg coi contromazzi. E tutto ciò solo per un "titolo onorifico" del quale bullarsi, e per passione.


Ok, aggiungiamo due cose che "sarebbero già dovute essere su disco" (cit.) ma non l'italiano ed il russo.

1.10.12

Ted, il film di Seth MacFarlane, creatore de "I Griffin"



Finalmente un film degno di essere visto comodamente spaparanzati sulle poltrone di un cinema!

Dal creatore de "I Griffin" (Family Guy, nella versione originale) Seth MacFarlane è in arrivo Ted! L'orsetto protagonista non sarà Brian Griffin, ma pare dotato di una discreta personalità. Anche Mark Wahlberg pare dotato di una discreta personalità. Soprattutto Mila Kunis pare dotata di una discreta...personalità. Un film dotato di una discreta personalità, insomma.

Dal 4 ottobre al cinema.

25.9.12

Project Eternity per ora non parla italiano

Project Eternity, il nuovo rpg "vecchia scuola" che Obsidian ha recentemente svelato, è ormai arrivato alla soglia dei 2.000.000 di dollari raccolti tramite le offerte degli appassionati, i quali hanno contribuito al grandissimo successo della relativa campagna di raccolta fondi su Kickstarter, quando Obsidian aveva raccolto il milione e rotti di dollari necessari per avviare lo sviluppo in neanche due giorni.

Nel recente aggiornamento, oltre a parlare di una novella scritta da Chris Avellone che sarà gentilmente omaggiata a tutti coloro che abbiano offerto dai 50 dollaroni in su, è stato comunicato ai finanziatori (ovvero, al pubblico che col proprio denaro sta permettendo la nascita del progetto) che, al raggiungimento del traguardo dei 2.200.000 dollari, saranno messe in scaletta anche le traduzioni testuali in francese, tedesco e spagnolo. Ulteriori traduzioni saranno prese in considerazione al raggiungimento di ulteriori traguardi.

Alcune personalissime considerazioni.

Localizzare un gioco, anzi un rpg quale pretende di essere Project Eternity costa un sacco di soldi; era inoltre preventivabile che, vista la scarsa attrattiva (ma ne siamo proprio sicuri?...) del mercato italiano, Obsidian avrebbe tralasciato una eventuale localizzazione nella nostra lingua. Quindi, da questo punto di vista, nessuna sorpresa.

Detto ciò, mancano ancora 21 giorni alla chiusura della raccolta fondi su Kickstarter, e come detto al momento Project Eternity veleggia verso i 2.000.000 di dollari: sicuramente la traduzione testuale in italiano non verrà aggiunta (salvo colpi di scena) al raggiungimento dei 2.200.000 dollari, e non è detto che sia tra gli obiettivi "sbloccati" all'eventuale raggiungimento della soglia successiva ($2.400.000), ma considerato il tempo che ancora deve passare prima della chiusura della raccolta fondi ci sono speranze.

Però...

Però in un mondo perfetto, senza publisher, con i giocatori che contribuiscono con i propri soldi e le proprie idee alla nascita ed allo sviluppo di un nuovo progetto, con i giocatori che scommettono a scatola chiusa, chiusissima sulla qualità del lavoro che sarà svolto dagli sviluppatori...ecco, scoprire di essere stati trattati come una Electronic Arts a caso con un FIFA Manager a caso fa male, fa decisamente male. Probabilmente l'avremmo giocato comunque in inglese, questo Project Eternity, ma farlo avendo potuto scegliere anche l'italiano avrebbe sicuramente un altro sapore.

"Progetto Eternità"? Non se ne parla...

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget