4.3.10

Le cose cambiano, o...?

Ormai ho una certà età ed ho fatto le mie brave esperienze, però ancora finisco per sorprendermi quando mi scopro depresso perchè, a questo mondo, le cose cambiano. Le situazioni si evolvono, non sempre come noi vorremmo: lo sanno tutti, lo so anche io ma quando mi capita - diamine - resto sempre spiazzato. Le cose, però, cambiano.

Nonostante l'impegno che tu ci possa mettere, o forse anche a causa di questo impegno, a volte ti accorgi di essere arrivato ad un punto tale che un cambiamento si rende necessario. Ce ne restiamo appesi così, di fronte alla lenta evoluzione dei giorni, ammiranti e sbuffanti di fronte al rapido alternarsi delle stagioni; e sbuffiamo e sbuffiamo, poi arriva la scintilla, quel flash che ti apre gli occhi e ti fa capire che il mondo è girato, e continua a girare ma dal verso sbagliato...e con te sopra!

A quel punto ci svegliamo.
Di colpo.
La questione non è prendere o perdere questo o quel treno, la questione è che sul treno tu ci stai già sopra e a volte ti rendi conto che l'unica cosa da fare prima dello schianto è scendere...magari al volo, magari facendoti o facendo del male, ma diomio scendere, con quella sensazione di libertà ed autodeterminazione, senza più la necessità di litigare con il controllore, o di guardare disperati fuori dal finestrino, o di mangiare rabbia e olive, o di chiudere gli occhi per non vedere quello che, tanto, sai benissimo che c'è e sempre ci sarà.

Perchè è vero che le cose cambiano, ma lo fanno piano piano e il trucco è sempre accorgersene per tempo, e dovessi piangere mille lacrime sono stato e sarò sempre io a cambiarle a modo mio, prima che le bastarde cambino del tutto...a modo loro.

A testa alta.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget