2.12.08

Questione SKY: e la sinistra è smascherata

Breve riflessione personale sulla famigerata "questione SKY", perchè com'è come non è sento un po' puzza di bruciato.

Riassunto: il governo Berlusconi ha deciso di aumentare dal 10% al 20% l'IVA sull'abbonamento SKY, o qualcosa del genere; la sinistra (l'autoproclamatosi "governo ombra") ha ferocemente criticato questa mossa, giudicandola come un atto teso a mettere in difficoltà i principali concorrenti mediatici del Silvio.
Non solo: secondo la sinistra (l'autoproclamatosi "governo ombra"), l'aumento dell'IVA è una ulteriore tassa che, in un momento di crisi nera come quello che stiamo attraversando, va a gravare sulle italiche famiglie. Inciso curioso: la stessa SKY ha sostenuto, con un criticato spot televisivo, questa "versione" della faccenda...qualcuno potrebbe concludere che la sinistra (l'autoproclamatosi "governo ombra") sia alleata del miliardario colosso della tivvù a pagamento.

Dicevo.
Sento puzza di bruciato. La sento perchè qualche giorno orsono la sinistra (l'autoproclamatosi "governo ombra") mi criticava la "social card" messa a punto dal governo Berlusconi: trattasi di una card che darà alle famiglie meno abbienti un bonus iniziale di 120€, e poi di 40€ al mese. Su L'Unità.it la Finocchiaro (PD) giudicava la "social card" "una idea demagogica e poco dignitosa".
Cioè ieri la sinistra (l'autoproclamatosi "governo ombra") mi critica i 40€/mese alle famiglie con reddito basso, e oggi mi critica l'aumento dell'IVA su un bene di lusso come è di fatto l'abbonamento a SKY?

Ammetto di essere confuso (e per fortuna non sono un elettore della sinistra, l'autoproclamatosi "governo ombra", sennò altro che confuso): 40€ a chi ne ha bisogno costituiscono un'offesa, e maggiori tasse sulla tivvù a pagamento sono una mossa contro un concorrente?
La verità è che con la questione SKY la sinistra, l'autoproclamatosi "governo ombra", si è smascherata: l'unica cosa che la tiene unita, l'unico elemento in grado di conferire slancio e idee a questa parte politica è, in realtà, il nostro presidente del consiglio Silvio Berlusconi.
O meglio: la critica ad ogni decisione presa dal suo governo. Ecco perchè un giorno scrolli il capo di fronte ad un aiuto di 40€ a chi ne ha bisogno, e il giorno successivo te lo cospargi di cenere davanti all'aumento delle tasse su quello che resta un bene di lusso, la tivvù a pagamento...l'ha fatto Berlusconi, critichiamolo che la critica - si sa - unisce...

...soprattutto all'ombra di un governo serio.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget