13.3.13

Le toghe blaugrana affossano il Milan

Allegri avrebbe dovuto chiedere il legittimo impedimento a scendere in campo nella polveriera del Camp Nou? El Shaarawy avrebbe dovuto infilare un dito nell'occhio a Boateng, Montolivo, Niang, Flamini, Constant, Zapata, Mexes e Abbiati, così da causare loro una dolorosissima congiuntivite e costringere gli organizzatori al rinvio del match per mancanza del numero legale di giocatori? Si sarebbe dovuto organizzare un bel sit-in di protesta davanti al Palazzo della Generalitat, con tanto di prefiche rossonere pronte a piangere copiosamente per il trattamento riservato ai loro campioni?

Non lo sapremo mai: l'unica certezza è che anche quest'anno il Milan esce sconfitto nello scontro con il Barcellona, che come l'anno scorso avanza in Champions League a scapito dei rossoneri. A rendere ancora più amara l'eliminazione è però il 2-0 con il quale il Milan aveva sconfitto le toghe blaugrana a San Siro, ma noi italiani si era sotto elezioni e la cosa non aveva sorpreso nessuno: anche la doppietta di Lionel Messi (primi goal su azione ad una squadra italiana, per l'argentino) purtroppo per i rossoneri non ha sopreso nessuno.

L'unica consolazione in tutta questa tristezza è la congiuntivite di Silvio: lui almeno la partita non l'ha potuta vedere.

Champions League
Ottavi di finale, ritorno (andata 2-0)
Barcellona - Milan 4-0
5°, 40° pt Messi
10° st Villa
47° st Jordi Alba

Lionel Messi come Ilda Boccassini.

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget