1.2.13

Berlusconi ha pronta una proposta shock

Silvio Berlusconi ha pronta per domenica 3 febbraio, alla Fiera di Milano alle ore 12:00, una "proposta shock": vige però ancora il più assoluto riserbo su quale possa essere questa intrigante e simpatica proposta in grado di scioccare il pubblico spostando l'esito delle prossime elezioni verso il trionfo del PDL e dei partiti ad esso coalizzati. Ecco alcune suggestive e personalissime ipotesi.

Ipotesi nr. 1 - Si illustrerà un piano grazie al quale sarà possibile eliminare l'IMU, tagliare le province, cancellare il finanziamento pubblico ai partiti, finanziare massicciamente la ricerca, rinnovare scuola e università, rilanciare occupazione e industria senza aumentare di un centesimo le altre tasse. Verrà presentata la bozza di una nuova legge elettorale, di una legge seria circa il conflitto di interessi e di una vera legge che allontani per sempre dai partiti politici corrotti e corruttori. Verranno infine definitivamente cancellati gli sprechi nella gestione della cosa pubblica. Tutto questo verrà fatto con pacatezza, senza inveire contro questo o quell'avversario politico. GRADO DI SHOCK: MASSIMO

Ipotesi nr. 2 - In caso di vittoria alle elezioni l'Italia uscirà dall'Unione Europea e chiederà alla Libia (o, in seconda battuta, alla Tunisia) di essere annessa. GRADO DI SHOCK: ELEVATO

Ipotesi nr. 3 - Verrà finalmente svelata l'identità del candidato premier della coalizione di centrodestra: sarà il prestigioso neo-acquisto del Milan, l'attaccante italiano Mario Balotelli. GRADO DI SHOCK: MODERATO

Ipotesi nr. 4 - Nel nuovo "contratto con gli italiani" sarà presente la clausola "pane e figa per tutti", soddisfatti o rimborsati. GRADO DI SHOCK: NULLO

Una proposta shock. Cioè, un'altra.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget