1.9.12

Far West Road 13 - Stresa Edition

Il milanese è sempre più furbo di te.

Stresa, la città più bella del Lago Maggiore.

Parcheggio a pagamento in centro: hai parcheggiato e pagato il tuo obolo. Peccato che ci sia il solito milanese, più furbo di te, che ha parcheggiato la sua bella 500 anteguerra fuori dagli spazi, ovviamente senza pagare una cippa, e ti costringa a fare trecento manovre per uscire. Hai anche provato a suonare il clacson, ma nessuno si è fatto vivo: evidentemente il milanese, che come detto è sempre più furbo di te, ha lasciato la sua macchinina in divieto di sosta ed è andato a farsi i fatti suoi ben lontano dal luogo del misfatto. Ovviamente, nemmeno l'ombra di un vigile.

Parcheggio gratuito in centro, 30 secondi dopo: hai appena fatto trecento manovre, a causa del solito milanese furbo che ha parcheggiato la sua bella 500 anteguerra fuori dagli spazi, per uscire da un parcheggio a pagamento in centro quand'ecco che, accostato sulla sinistra col motore acceso accanto alle altre automobili parcheggiate, c'è un bel camioncino che occupa quasi tutto il passaggio. E tu devi svoltare a destra per andartene.

Attendi, attendi, un'auto davanti a te lo passa e se ne va, e - facendo il pelo alle automobili alla tua destra - con cautela lo passi anche tu. E intanto lui strombazza, e ti chiedi con chi diamine ce l'abbia. Ti fermi accanto a lui, guardi a destra ed a sinistra, metti la tua bella freccia per svoltare a destra ed andartene da quel parcheggio-girone dantesco, e in una lingua sconosciuta (che pare italiano, ma molto alla lontana), sporgendosi dal finestrino il gentile autista del camioncino ti apostrofa in malo modo.

Alla fine, con un certo sforzo, riesci ad interpretare l'oscuro idioma del gentile autista, che accostato sulla sinistra da una vita senza aver messo nessuna freccia (ne' una, ne' quattro), aveva la tua stessa intenzione: svoltare a destra e lasciare il parcheggio-girone dantesco. Gli fai gentilmente notare che non possiedi il dono della chiaroveggenza e dunque in assenza di segnali visivi (dicasi, freccia...) non potevi certo indovinare quali fossero le sue geniali intenzioni, e mentre lui - sempre in una lingua sconosciuta all'uomo civilizzato - prosegue nella sua invettiva, ti allontani alzando al cielo la tua supplica.

Un vigile, per dio, un vigile quando serve.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget