8.6.13

Gaming PC: poche speranze, ma buone

Un ciclo è finito, e con un leggero ritardo rispetto alle aspettative siamo alfine giunti all'alba di una nuova next-gen: quest'inverno arriveranno nelle nostre case le nuove console da salotto di Sony e Microsoft, la PlayStation 4 e l'Xbox One, con tutto quel che ne consegue per il mercato PC. E quel che ne consegue non è buono. Quali e quante speranze ha dunque il gaming su PC? Credo che ce ne siano. In dettaglio credo che ce ne siano poche, ma buone: Kickstarter, CD Project RED e Creative Assembly.

Kickstarter, come dire che se i publisher schifano i giochi che il pubblico vorrebbe giocare, sarà il pubblico a trasformarsi in publisher, finanziando lo sviluppo di determinati prodotti. InXile Entertainment, con i progetti Wasteland 2 e Torment: Tides of Numenera, e Obsidian Entertainment, con il suo Project Eternity, hanno già cavalcato l'onda raccogliendo cifre interessanti: ora non resta che aspettare per toccare con mano i risultati di queste raccolte fondi, e capire se il gioco vale davvero la candela. La bolla scoppierà? Probabile, ma nel frattempo godiamocela.

CD Project RED, come dire che se non ti sono bastati i due capitoli della serie The Witcher, ecco che ti metto sul piatto anche la trasposizione videoludica del gioco di ruolo Cyberpunk, Cyberpunk 2077. E nel frattempo ti vado ad annunciare anche The Witcher 3: Wild Hunt (e pazienza se qualche dubbio resta). Valla a trovare una software house che supporta i propri prodotti come questi polacchi che, dopo aver spaccato il mondo con il primo The Witcher, hanno continuato a sorprendere rilasciando prima patch gigantesche per raffinare il gioco, e poi un secondo capitolo diverso dal capostipite ma altrettanto bello (anch'esso ulteriormente migliorato ed ampliato tramite enormi patch rilasciate gratuitamente). Se non si perdono per strada...

Creative Assembly, come dire che se ti piace la storia, ma non ti piace studiare, puoi sempre gabbare i tuoi genitori giocando ad un titolo qualsiasi della premiata saga Total War, e dire a mamma e papà che stai studiando le dinamiche che portarono alla sconfitta delle legioni romane nella battaglia della foresta di Teutoburgo. Nello specifico, il 3 settembre vedrà la luce l'atteso Total War: Rome II, grazie al quale Creative Assembly finalmente torna sul luogo del delitto...o meglio, torna ad uno dei periodi storici più amati dagli appassionati della serie, che avevano eletto Rome: Total War come uno dei migliori giochi di strategia di tutti i tempi.

Come cantava il Califfo, tutto il resto è noia (ad essere buoni).

Veni, vidi, vici. Salvo intoppi.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget