31.8.09

Lega Pro Prima Divisione, Girone A 2a giornata: Perugia-Figline 1-0

Ennesima brutta partita per il Perugia di Pagliari & Covarelli.

Allo stadio Curi il Figline di Moreno Torricelli domina in lungo e in largo, sfiorando nel finale il meritato gol del vantaggio (negato da un ottimo Benassi), e invece cede al 43° minuto trafitto da Stamilla abile a fiondarsi su un disastroso retropassaggio di testa dell'ottimo (fino al fattaccio...) Consumi. Per la banda di Pagliari un solo tiro in porta...su assist di un avversario: non male!

Bondi, sballottato da una fascia all'altra dal tecnico dei grifoni, sembra essere l'unico del Perugia in grado di dare del tu al pallone; in avanti i poveri Martini e Del Core devono fare i conti con una serie di palloni virtualmente ingiocabili, e tentare di giocare spalle alla porta (esattamente il contrario di quel che dovrebbero fare, ma tant'è); la difesa balla ripetutamente contro una neopromossa, ed è la seconda volta in 2 partite (a Varese era andata peggio, ma solo per quel che riguarda il risultato finale).

L'unica menzione d'onore va alla Curva Nord: canta e tifa per tutti i tragici 90 minuti (più recupero), dimostrando un attaccamento alla maglia da commozione. Perlomeno qualcuno, in questa serata del Curi, ha dimostrato di tenerci, alla maglia.

Nota di calciomercato, per concludere in bellezza: partono Aniello "Boss" Cutolo (al Crotone) e Pizzolla (definitivo al Brindisi); tra Docente, Fava e (notizia di oggi) Arturo di Napoli (il "re" di Salerno, ci mancava giusto lui) ad arrivare a Perugia per coprire il preoccupante buco della punta centrale è...Daniele Paponi, 21enne in prestito dal Parma. Auguri.

stadio R. Curi, Perugia, 31 agosto 2009
PERUGIA-FIGLINE 1-0
Stamilla

25.8.09

Nuovi videogiochi crescono

Rispolvero brevemente la rubrica de "Le migliori chiavi di ricerca in Google" per rendere omaggio ad un giovine che, su Google, ha effettuato la seguente ricerca arrivando non si sa come sul mio blog:

dove trovo la demo di age of empires earth 3?

Oibò, io ero convinto di saperne parecchio di videogiochi, ma di questo nuovo campione della strategia in tempo reale sinceramente non ero a conoscenza...faccio ammenda.

23.8.09

Lega Pro Prima Divisione, Girone A 1a giornata: Varese-Perugia 2-0

Sono di Varese, tifo per il Perugia.

Fino a qualche anno fa, il lunedì era il giorno prefissato per gli sfottò dei miei amici milanisti, interisti, juventini...erano gli anni della serie A, e se il Grifo perdeva lo faceva appunto contro Milan, Inter, Juve (...e tante altre, ma pur sempre di serie A).

Se un giorno mi avessero detto che avrei visto giocare il Perugia a Varese, in un incontro di campionato, mai e poi mai ci avrei creduto: troppe le disgrazie societarie vissute dal Varese in questi ultimi anni, troppo grande - ahimè - la differenza di potenziale tra una piazza come quella Perugina e quella Varesina.

Se poi mi avessero detto che non solo il Perugia sarebbe venuto a Varese per una gara di campionato, e avrebbe anche perso...gli avrei semplicemente dato del matto!

Ebbene, oggi il Perugia è salito allo stadio Franco Ossola di Varese per giocare la prima giornata di campionato contro la neopromossa (badate bene: neopromossa!) formazione Varesina, e dopo una manciata di secondi di gioco era già sotto 1-0 grazie ad una bordata di Buzzegoli che prima toccava il palo alla destra di Benassi. Nel secondo tempo arrivava anche la rete del 2-0 ad opera dello scatenato Ebagua (ex-Canavese).

Tra il primo ed il secondo gol del Varese, nessun tipo di reazione da parte dei giocatori del Perugia; l'unico risultato portato dai cambi (tardivi!) di mister Pagliari è stato come scritto permettere al Varese di segnare il gol del 2-0. Seduto mestamente tra i "distinti" dello stadio F. Ossola, ho visto in campo 11 giocatori (di più, coi cambi) fermi, svogliati, scarsi tecnicamente e tatticamente, fallosi...penso sia il punto più basso raggiunto da quando tifo per il Perugia, e non è da ieri.

Domani, ad attendermi, gli sfottò di amici e colleghi che tengono...per il Varese. Grazie a tutti coloro (società, tecnici, giocatori del Perugia) che hanno reso possibile il realizzarsi di questo sogno.

stadio F. Ossola, Varese, 23 agosto 2009
VARESE-PERUGIA 2-0
Buzzegoli, Ebagua

21.8.09

Lega Pro: Varese e Pro Patria senza tifosi ospiti...e il Perugia si attacca!

Varese-Perugia di domenica 23 agosto si giocherà senza i tifosi ospiti: una ordinanza della Prefettura ha decretato la chiusura del settore riservato agli ospiti (la Curva Sud del vetusto stadio "Franco Ossola") in seguito alla determinazione dell'Osservatorio del Viminale, che ha rilevato le carenze dell'impianto varesino in materia di norme di sicurezza.

La stessa sorte è toccata al "Carlo Speroni" di Busto Arsizio, e la conseguenza è che il Perugia (di scena a Busto Arsizio alla 3a giornata) dovrà affrontare le prime due trasferte della nuova stagione (Varese e, appunto, Pro Patria) senza tifosi al seguito. Una situazione ridicola...qualcuno già inizia a rimpiangere gli stadi del sud, bollenti nel clima ma perlomeno agibili!

Da sottolineare come la situazione a Varese sia paradossale: squadra neopromossa dalla Seconda alla Prima Divisione di Lega Pro...e tifosi di casa sfrattati dalla loro "Curva Nord" (chiusa perchè non in linea con le vigenti norme di sicurezza). Ora, con la chiusura simultanea (e a tempo indeterminato) del settore riservato agli ospiti, viene da chiedersi cosa mai potrà succedere quando i gli ultrà di casa -sfrattati dalla loro Curva- e i tifosi ospiti -che dovessero andare comunque in trasferta a Varese- finisero per venire a contatto gli uni con gli altri nel settore "distinti" (l'unico rimasto aperto al Franco Ossola, insieme alla Tribuna Coperta e alla Tribuna Laterale).

In conclusione, una domanda: permettere a società che hanno impianti non a norma di partecipare ad un campionato, con tutte le limitazioni ed i disagi che ciò comporta, non significa forse falsare in qualche modo l'intero torneo? Tifosi di casa buttati fuori dalla loro curva, ospiti costretti a mischiarsi ai locali o a non andare in trasferta...è questa la nuova e sbandierata "Lega Pro"? Qualcuno mi spiega quale differenza ci sarebbe con la vecchia -e vituperata- "Serie C"?

7.8.09

07-08-09

Mentre scrivevo la data su un bonifico mi sono accorto che oggi è il 07-08-09.

Non so da cosa dipende, probabilmente sarò un po' fuori di testa io, ma a me le date come quella odierna mi danno la sensazione di essere in qualche modo "storiche": ad esempio ricordo dove stavo l'8 agosto 1988 (altra data...singolare), per una serie di motivi tra i quali anche quello "numerologico".

Ecco quindi che lascio ai posteri, in questa data tanto importante, una traccia del mio passaggio...e già che ci sono il post lo scrivo alle 10:11 (di sera, vabbè...), giusto per fare scala!

5.8.09

Il piacere di fare la spesa - 2

Amici, concittadini, compatrioti, compagni, camerati e financo simpatizzanti di Franceschini: la spesa è un piacere, se non potete comprare quel che vi pare che piacere è?
Abbiamo visto ieri come la donna sia geneticamente portata a sommergere di insulti l'uomo che, di sua iniziativa, si presenti al domicilio comune con tanto di sacchetti della spesa: come sappiamo, infatti, quando va a fare la spesa da solo l'uomo compra soltanto cazzate.

Per coloro i quali volessero cercare di porre fine a questa gran rottura di coglioni, riducendo a più miti consigli le rispettive compagne, il mio suggerimento è quello di reagire di conseguenza ogni volta che sia la lei ad arrivare a casa carica -come un somaro- di sacchetti della spesa; insomma, è la solita questione del rendere pan per focaccia. Ma siccome noi uomini siamo più razionali e più sottili, ecco le "fasce di spesa" e le relative contro-azioni di rappresaglia.

Fino a 50€
Se la donna torna a casa con una spesa inferiore ai 50€ non dovete preoccuparvi eccessivamente: ha sicuramente comprato soltanto una marea di inutili verdure del cazzo.
RAPPRESAGLIA: fatele capire l'antifona giocando per tutta la sera a tennis, utilizzando un gambo di sedano come racchetta ed una melanzana come pallina.

Dai 50€ ai 100€
Qui entriamo in una fase avanzata: probabilmente, oltre alle verdure, la donna ha acquistato anche dei cariniiiiissimi pomelli in plasticona bianca per sostituire quei vecchiumi che avete (...avevate) sulle ante della cucina; roba che voi arrestereste il designer per quanto li ha fatti piccoli e scivolosi!
RAPPRESAGLIA: fingendo di aver perso la presa (a causa appunto delle dimensioni infime e dell'intrinseca scivolosità dei suddetti pomelli bianchi) sbattete ogni volta con slancio disumano qualsiasi antina vi capiti a tiro, chiedendo poi scusa per la sbadataggine.

Dai 100€ ai 200€
In questa fascia iniziano i veri problemi: oltre alle verdure e ai pomelli made in China, la donna ha probabilmente acquistato PER VOI un nuovo accappatoio, perchè quello vecchio -che a voi piaceva tanto- ormai puzzava come un cane bagnato.
RAPPRESAGLIA: il tempo di rendervi conto che A-il vostro vecchio accappatoio è finito nell'immondizia e b-il nuovo accappatoio è ridicolmente piccolo, e nemmeno vi arriva alle ginocchia, il consiglio è quello di andare a salutare le sue amiche con grandi salamelecchi ogni volta che vengono a trovarla a casa, indossando però soltanto il mini-accappatoio e avendo cura di camminare in maniera tale da mostrare a tutte balle & birillo.

Dai 200€ ai 300€
Qui i sacchetti della spesa son davvero pesanti! Oltre alle verdure, ai pomelli in plastica e all'accappatoio-balle-al-vento, la donna ha sicuramente acquistato anche due pratici e indispensabili materassini in gomma-piuma da posizionarsi sopra al durissimo materasso del letto coniugale: dormire bene è importante!
RAPPRESAGLIA: ogni sera, quando vi coricate, fumate 4-5 sigarette utilizzando il letto stesso come posacenere; se siete fortunati, il materassino in gomma-piuma prenderà fuoco già alla prima sigaretta, inviando un chiaro segnale (di fumo) alla donna.

Sopra i 300€
Oh cribbio, una spesa che superi i 300€ non riuscivate a farla neanche voi ai bei tempi della LIDL! Oltre alle verdure, ai pomelli, all'accappatoio e agli inutili materassini è probabile che la donna abbia acquistato qualsiasi cosa (perchè voi lo sapete, vero, che solo le donne conoscono i supermercati dove vendono tutto - ma proprio tutto?).
RAPPRESAGLIA: difficile dirlo. Se la spesa resta comunque contenuta, credo che potreste cavarvela con qualche ceffone ben assestato; se però la donna vi dovesse rientrare in casa con 1000, 2000€ di sacchetti della spesa (perchè ha comprato, chessò io, una struttura motorizzata in doghe di legno per il letto matrimoniale)...cazzi vostri, se siete arrivati fino a questo punto siete veramente dei somari e vi meritate tutte le legnate sul grugno che la vostra dolce metà, sicuramente, vi elargirà in dosi pantagueliche.

4.8.09

Fanbit, scarica la puntata del 31 luglio 2009

Puntata mugolosa che vede il buon Forty e il buon Sempavor in studio da soli, senza Loco. Insieme aprono la trasmissione parlando dell'acquisizione di Eidos da parte di SquareEnix che ha un contenzioso sul nome con il quale Eidos verrà visto in europa: probabilmente il nome Eidos sparirà per lasciare la visibilità a Square. Forty entra nel proprio blocco, e parla di Virtual Tennis 2009 (Play3, X360, Wii) ed elogia il Wii MotionPlus per il telecomando Wii che rende l'esperienza di gioco nettamente superiore. Finito di parlare di tennis, il Forty prosegue parlando del nuovo episodio, basato sul film, dei Transformers: La vendetta del Caduto. Il videogioco, che rappresenta fedelmente il film, è noioso e ha la mappatura dei tasti è fatta molto male. (Voto: 2). Sempavor e Forty proseguono annunciando il nuovo capitolo di Monkey Island

Scarica la puntata del 31 luglio 2009

Fanbit - Il digitale in pillole
venerdì, 21:30/22:30
Radio Missione Francescana
FM 105.30 da Varese sino a Busto
FM 91.45 tra Laveno e Sesto C.
FM 90.00 tra Laveno e Canonica
FM 89.50 tra Laveno a Luino
FM 88.50 in Val Ceresio
FM 91.70 a Varese
FM 107.95 a nord di Varese
FM 91.50 Porto Ceresio

Il piacere di fare la spesa - 1

Ah, il momento della spesa al supermercato! Idolatria del consumismo, libertà esosa foriera di promesse al giovane maschio che, spingente un carrello, si avventura inebetito da cotanta opulenza tra la corsie ricche di prodotti d'ogni Foggia e meraviglie d'ogni Bari! Sogni di wurstel, di birre sfavillanti, di roba fritta e roba grassa e saporita, sogni di...basta con le cazzate, sappiamo tutti che per un giovane maschio il rito della spesa è in realtà un incubo.
E la colpa è tutta della donna.

La tragica verità è di fronte a tutti gli uomini sposati/fidanzati/intrallazzati, insomma di fronte a tutti gli uomini che vanno a fare la spesa...e che a casa hanno una compagna che li aspetta: non importa quello che avrete comprato al supermercato, non importa quanto avete speso; avete comprato solo cazzate. Perchè quella della spesa è un'arte che solo le donne sanno dominare con perizia, poichè solo le donne sanno di cosa la casa abbia effettivamente bisogno. In mano ad esseri di sesso maschile, e dunque inferiori per definizione, l'arte della spesa si risolve sempre in un disastro: provate voi ad entrare in un supermercato e a fare la spesa di vostra iniziativa...e poi tornate a casa, se ne avete il coraggio.

Avete comprato 6€ di formaggio? Cazzata, in frigo ce n'era a volontà (...tutto mummificato, ma basta grattare via i vermi).

Dopo tre-giorni-tre di trattative avete avuto l'ok a comprare NON i ravioli al cuore di palma e zucchine che lei a-do-ra, ma BENSI' i ravioli alle pere e taleggio che invece piacciono tanto a voi? Cazzata, e si che lo sapevate che a lei le pere col taleggio la fanno ca-ca-re (sempre detto di non fidarsi delle trattative che si protraggono troppo a lungo).

Non avete resistito all'offerta speciale sulla fesa di vitello? Cazzata, è ovvio che tutta quella carne andrà a male perchè tanto non la mangia nessuno (eh già, chi mai vuole della carne quando in frigo ci sono gli hamburger di tofu?).

Avete comprato il dentifricio con le capsuline che quando ti lavi i denti scoppiano rilasciando il loro piacevolissimo contenuto balsamico? Cazzata, quando ve lo ficcherete in quella testa di merda che a lei quel dentifricio la fa vo-mi-ta-re (quindi per la proprietà transitiva deve far ca-ca-re anche voi)?

Amici miei, concittadini, compatrioti, compagni, camerati e financo simpatizzanti del PD: inutile negare la realtà delle cose; è meglio se noi uomini evitiamo di prendere assurde iniziative, pretendendo di saper fare anche la spesa! Sulla strada verso casa non ascoltiamo il suadente richiamo della LIDL (...oh, cantami o diva l'ira funesta dei cetrioli tedeschi!), e tiriamo diritti senza fermarci.
Moriremo di fame, probabilmente, ma volete mettere le rotture di coglioni risparmiate?

3.8.09

La verità su quello che pensano le donne

Ma voi le capite le donne?
Io, lo ammetto, ci ho rinunciato; ho rinunciato a comprendere cosa loro vogliano veramente da noi uomini, perchè la mia esperienza mi ha portato dapprima a sospettare e poi a proclamare con forza la verità di questa asserzione: se tu uomo hai a disposizione nr.2 opzioni di scelta, agli occhi di una donna entrambe queste opzioni sono sbagliate.

Quindi: se scegli A, la cosa giusta da fare era B; se scegli B, la cosa giusta da fare era A. La terza opzione, ovvero evitare di scegliere l'una o l'altra delle opzioni A o B e non fare proprio un cazzo, è comunque sbagliata poichè non fa altro che aumentare nella donna la malsana convinzione che l'uomo al suo fianco sia un emerito incapace.

Ora, appare ovvio come la scelta di non fare un cazzo sia in ogni caso la più consigliabile: nel 95% dei casi, infatti, entrambe le opzioni A e B comportano un dispendio di tempo e denaro, e come abbiamo visto il risultato finale è comunque l'arrabbiatura della donna la quale si aspettava che l'uomo si comportasse in maniera esattamente opposta (...se l'uomo sceglie A, doveva scegliere B, e viceversa). La scelta di non fare un cazzo insomma fa si che l'uomo passi per un coglione, ma perlomeno gli lascia parecchio tempo libero e il portafogli gonfio (che, di questi tempi, è cosa da non disprezzare).

Oggi però ricevo, e volentieri pubblico, una gradevole email pubblicitaria la quale ha aperto nella mia mente la corretta visione di quello che, realmente, pensano le donne ogni qual volta si trovano a relazionare con noi uomini; grazie ad uno slogan semplice ma efficace, pacato ma di sicuro impatto, tale email pubblicitaria si rivela in grado di aprire gli occhi degli uomini, aiutandoli senza tema di smentite a comprendere la maniera di ragionare delle donne; riporto pertanto il testo del lodevole slogan:

Every extra inch of meat in your pants equals every extra positive feature of your character. Oh wait, who cares about your personality if you have a large device between your legs?

"Ogni pollice extra di carne nelle tue mutande"...???
Io le donne non le capisco, ma se in nome di una serena convivenza devo imbottirmi le mutande di carne macinata, affettati, fese di vitello, e sopratutto salsiccia...ditemi dove sta il macellaio più vicino che vado a fare un 300€ di spesa.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget