5.8.09

Il piacere di fare la spesa - 2

Amici, concittadini, compatrioti, compagni, camerati e financo simpatizzanti di Franceschini: la spesa è un piacere, se non potete comprare quel che vi pare che piacere è?
Abbiamo visto ieri come la donna sia geneticamente portata a sommergere di insulti l'uomo che, di sua iniziativa, si presenti al domicilio comune con tanto di sacchetti della spesa: come sappiamo, infatti, quando va a fare la spesa da solo l'uomo compra soltanto cazzate.

Per coloro i quali volessero cercare di porre fine a questa gran rottura di coglioni, riducendo a più miti consigli le rispettive compagne, il mio suggerimento è quello di reagire di conseguenza ogni volta che sia la lei ad arrivare a casa carica -come un somaro- di sacchetti della spesa; insomma, è la solita questione del rendere pan per focaccia. Ma siccome noi uomini siamo più razionali e più sottili, ecco le "fasce di spesa" e le relative contro-azioni di rappresaglia.

Fino a 50€
Se la donna torna a casa con una spesa inferiore ai 50€ non dovete preoccuparvi eccessivamente: ha sicuramente comprato soltanto una marea di inutili verdure del cazzo.
RAPPRESAGLIA: fatele capire l'antifona giocando per tutta la sera a tennis, utilizzando un gambo di sedano come racchetta ed una melanzana come pallina.

Dai 50€ ai 100€
Qui entriamo in una fase avanzata: probabilmente, oltre alle verdure, la donna ha acquistato anche dei cariniiiiissimi pomelli in plasticona bianca per sostituire quei vecchiumi che avete (...avevate) sulle ante della cucina; roba che voi arrestereste il designer per quanto li ha fatti piccoli e scivolosi!
RAPPRESAGLIA: fingendo di aver perso la presa (a causa appunto delle dimensioni infime e dell'intrinseca scivolosità dei suddetti pomelli bianchi) sbattete ogni volta con slancio disumano qualsiasi antina vi capiti a tiro, chiedendo poi scusa per la sbadataggine.

Dai 100€ ai 200€
In questa fascia iniziano i veri problemi: oltre alle verdure e ai pomelli made in China, la donna ha probabilmente acquistato PER VOI un nuovo accappatoio, perchè quello vecchio -che a voi piaceva tanto- ormai puzzava come un cane bagnato.
RAPPRESAGLIA: il tempo di rendervi conto che A-il vostro vecchio accappatoio è finito nell'immondizia e b-il nuovo accappatoio è ridicolmente piccolo, e nemmeno vi arriva alle ginocchia, il consiglio è quello di andare a salutare le sue amiche con grandi salamelecchi ogni volta che vengono a trovarla a casa, indossando però soltanto il mini-accappatoio e avendo cura di camminare in maniera tale da mostrare a tutte balle & birillo.

Dai 200€ ai 300€
Qui i sacchetti della spesa son davvero pesanti! Oltre alle verdure, ai pomelli in plastica e all'accappatoio-balle-al-vento, la donna ha sicuramente acquistato anche due pratici e indispensabili materassini in gomma-piuma da posizionarsi sopra al durissimo materasso del letto coniugale: dormire bene è importante!
RAPPRESAGLIA: ogni sera, quando vi coricate, fumate 4-5 sigarette utilizzando il letto stesso come posacenere; se siete fortunati, il materassino in gomma-piuma prenderà fuoco già alla prima sigaretta, inviando un chiaro segnale (di fumo) alla donna.

Sopra i 300€
Oh cribbio, una spesa che superi i 300€ non riuscivate a farla neanche voi ai bei tempi della LIDL! Oltre alle verdure, ai pomelli, all'accappatoio e agli inutili materassini è probabile che la donna abbia acquistato qualsiasi cosa (perchè voi lo sapete, vero, che solo le donne conoscono i supermercati dove vendono tutto - ma proprio tutto?).
RAPPRESAGLIA: difficile dirlo. Se la spesa resta comunque contenuta, credo che potreste cavarvela con qualche ceffone ben assestato; se però la donna vi dovesse rientrare in casa con 1000, 2000€ di sacchetti della spesa (perchè ha comprato, chessò io, una struttura motorizzata in doghe di legno per il letto matrimoniale)...cazzi vostri, se siete arrivati fino a questo punto siete veramente dei somari e vi meritate tutte le legnate sul grugno che la vostra dolce metà, sicuramente, vi elargirà in dosi pantagueliche.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget