17.3.14

Flavia Pennetta vince Indian Wells, ma...

La tennista Flavia Pennetta ha vinto il prestigioso torneo Wta di Indian Wells battendo in finale la polacca Agnieszka Radwanska con il punteggio di 6-2 6-1, e su un noto social network i primi commenti alla bella notizia vergati dai suoi compatrioti (noi italiani) hanno riguardato il denaro vinto dalla brindisina grazie a questo successo, il ginocchio malandato della sua avversaria che ha determinato l'esito della finale, oltre alla solita levata di scudi contro i calciatori colpevoli di guadagnare un sacco di soldi senza alcun merito, mica come lo sportivo X della disciplina sportiva Y che si fa un culo Z eccetera, eccetera, eccetera.

Ciò dimostra che noi italiani:

- siamo invidiosi dei successi altrui ed attaccati solo al vil denaro, al punto da scordarci il prestigio figlio delle vittorie ed interessarci solo a quantificare quanto uno si metta in tasca...come se un atleta facesse sport non per passione, ma per il possibile ritorno economico;

- tendiamo puntualmente e pericolosamente a sminuire le "nostre" vittorie sportive, e a proposito di invidia vedi anche il punto precedente: sarà mai possibile che noi italiani si vinca solo grazie a qualche botta di culo o alle sfighe altrui? Oppure semplicemente quando è qualcun altro a vincere, noi proprio non riusciamo a gioirne?

- siamo ossessionati dal calcio (fingiamo di odiarlo, ma riusciremmo a parlarne anche durante un discorso a proposito di animali in via d'estinzione), oltre ad invidiare i calciatori a tal punto da far finta di non sapere - populisti fino alla punta delle dita dei piedi - che i loro stipendi sono commisurati al giro d'affari che ruota nostro malgrado intorno al mondo del pallone;

Pare che noi italiani non si sia capaci di godersi le vittorie, un po' come (...cosa dicevo a proposito del riuscire ad infilare il calcio in ogni discorso?) i tifosi ed i dirigenti della Juventus che, in occasione della vittoria dello scudetto della rinascita, vinto qualche anno fa peraltro nel loro stadio di proprietà (unico in Italia), pensarono più a raccontarsi la favola dei "30 sul campo" che a gioire per la loro ritrovata supremazia. Nonostante tutto, comunque, Flavia Pennetta ha vinto Indian Wells, alla faccia dei social network e dell'invidia. E probabilmente il denaro vinto lo userà (non tutto, mi auguro!...) per festeggiare: l'unica cosa da fare in simili occasioni.

 Complimenti!
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget