8.12.09

Letterina a Babbo Natale

Caro Babbo Natale,

è parecchio tempo che non ti scrivo la classica letterina, e forse non te l'ho nemmeno mai scritta (chi si ricorda...sai, ho una certa età ed è passato davvero troppo tempo da quando ancora credevo alle favole - senza offesa, ne').

Quest'anno però ho pensato di scriverti per chiederti, come regalo di Natale, una cosa che mi sta particolarmente a cuore. Come senz'altro saprai bene io sono ateo, ma vorrei tanto (e spero che tu possa accontentarmi) che l'inferno esistesse veramente. Che dici, Babbo Natale, tu puoi farmi questo regalo?

Vorrei che l'inferno esistesse veramente per tutti quei medici che hanno rovinato la vita a persone per bene, il cui unico errore sia stato quello di ammalarsi.

Vorrei che l'inferno esistesse veramente per gli anarchici, i delinquenti che mettono a ferro e fuoco le città (ultimamente soprattutto in Grecia) e distruggono le proprietà della gente normale, che lavora.

Vorrei che l'inferno esistesse veramente per gli uomini che sorprendono le coppiette mentre sono appartate, feriscono gravemente l'uomo e stuprano ripetutamente la donna dopo averla investita mentre cercava di scappare.

Vorrei che l'inferno esistesse veramente per tutte quelle persone che con il loro atteggiamento impediscono agli altri di esprimere le loro opinioni, senza aver paura di risultare "politicamente scorrette".

Vorrei che l'inferno esistesse veramente, caro Babbo Natale, e spero tanto che tu abbia un sacco bello grosso, una slitta robusta e tante renne volonterose, in modo che tu possa portarlo a tutti quelli che se lo meritano. Anche subito, senza aspettare di trovarlo sotto l'albero la mattina del 25 dicembre.

tuo
Enrico
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget