4.11.09

La Corte Europea elimina il crocefisso dalle aule

Strasburgo - La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha sentenziato: via il crocefisso dalle aule scolastiche. La presenza del crocefisso sarebbe una "violazione del diritto dei genitori ad educare i figli secondo le loro convinzioni" e alla "libertà di religione degli alunni"; accolto quindi il ricorso di una cittadina italiana di origini finlandesi.

Mi chiedo quando arriveremo a murare le edicole votive agli angoli delle strade, perchè indigeste ai passanti; o a demolire le chiese, in quanto caratterizzanti in senso cristiano le pubbliche piazze; o a togliere dalle copertine delle varie edizioni della Bibbia ogni tipo di simbolo religioso, perchè non sia mai che l'avventore occasionale di una libreria abbia degli scompensi emotivi.
Mi chiedo: questa Europa che dimentica secoli e secoli della sua storia dove andrà a finire? Questa Europa che nel nome della tolleranza si piega al volere degli intolleranti che futuro ha?

E soprattutto: questa Europa brachecalante e aperta secondo canale ci serve davvero?

Sull'argomento consiglio il bel libro di Henryk M. Broder, Evviva! Ci arrendiamo!, editore Lindau (2007, 164 p.).
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget