4.11.09

La Corte Europea elimina il crocefisso dalle aule

Strasburgo - La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha sentenziato: via il crocefisso dalle aule scolastiche. La presenza del crocefisso sarebbe una "violazione del diritto dei genitori ad educare i figli secondo le loro convinzioni" e alla "libertà di religione degli alunni"; accolto quindi il ricorso di una cittadina italiana di origini finlandesi.

Mi chiedo quando arriveremo a murare le edicole votive agli angoli delle strade, perchè indigeste ai passanti; o a demolire le chiese, in quanto caratterizzanti in senso cristiano le pubbliche piazze; o a togliere dalle copertine delle varie edizioni della Bibbia ogni tipo di simbolo religioso, perchè non sia mai che l'avventore occasionale di una libreria abbia degli scompensi emotivi.
Mi chiedo: questa Europa che dimentica secoli e secoli della sua storia dove andrà a finire? Questa Europa che nel nome della tolleranza si piega al volere degli intolleranti che futuro ha?

E soprattutto: questa Europa brachecalante e aperta secondo canale ci serve davvero?

Sull'argomento consiglio il bel libro di Henryk M. Broder, Evviva! Ci arrendiamo!, editore Lindau (2007, 164 p.).
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails