28.10.12

La cantonata del reparto marketing del PDL

Questa volta il reparto marketing del PDL ha preso una cantonata di dimensioni colossali, hai voglia a sostenere il contrario: viene da chiedersi se i consumatori di centro-destra che erano soliti votare per il PDL e che ultimamente avevano visto vacillare le proprie convinzioni verranno davvero convinti a tornare all'ovile.

Alcuni giorni fa Silvio Berlusconi annunciava urbi et orbi il proprio ritiro dalla politica, scelta che oserei definire condivisibile se andiamo a ricordare (cito a caso le prime cose che mi vengono in mente) la crisi inesistente visto che i ristoranti eran pieni, le nipoti minorenni di Mubarak, Nicole Minetti, la gestione dello show-terremoto in Abruzzo, eccetera eccetera. In quest'ottica raccontare ai passeri che fosse giunto il momento di presentare carne fresca nel reparto macelleria delle elezioni poteva anche starci: insomma, credo che presso una buona percentuale di pubblico centrodestrista lo spot avrebbe anche potuto avere successo.

Ma ecco la cantonata del reparto marketing del PDL: neanche il tempo di beccarsi una bella condanna di 4 anni (3 dei quali condonati per indulto) per frode fiscale, oltre a 5 anni di inibizione dai pubblici uffici nell'ambito del Processo Mediaset, che il Silvio Berlusconi improvvisamente mi cambia idea e annuncia all'Italia tutta che lui torna di nuovo in campo per combattere contro la dittatura dei magistrati (per evitare che quello che è successo a lui possa succedere ad altri...ma LoL!), minacciando oltretutto di togliere la fiducia al governo Monti, la cui politica avrebbe gettato l'Italia nella "spirale della recessione". Cosa?

Lasciatemi dire che, dal punto di vista del marketing, quant'ultima mossa lascia quantomeno basiti: non funziona, semplicemente. Non è credibile. Non riesce ad ipnotizzare i consumatori, o perlomeno quelli dotati di intelletto. E' sbagliata, al limite del ridicolo. E questo stupisce: stupisce perchè Forza Italia prima ed il PDL poi avevano puntato tutto sull'immagine, sugli slogan, sull'appeal commerciale di quella che veniva spacciata per una proposta politica tendente al bene dell'Italia. E adesso invece siamo allo stupro delle regole elementari del marketing, al raschio sul fondo del barile, alla campagna su Google fatta con 10 euri perchè ormai si è disperati.

Oggi, infatti, si sceglie di lanciare la nuova campagna commerciale utilizzando un testimonial già ampiamente bruciato, che oltretutto si era appena deciso di pensionare (in colpevole ritardo, aggiungo), con una tempistica orribile (davvero troppo recente la condanna a 4 anni perchè il pubblico pagante non veda il collegamento con il "nuovo" prodotto), ed utilizzando come slogan non solo i soliti attacchi ai magistrati (roba fritta, ormai non convince più nessuno), ma anche gli scontatissimi, abusati, banali, populisti sentimenti anti-Monti che, per una ragione o per l'altra, pervadono quelle parti dell'opinione pubblica che son solo capaci di parlare contro questo o contro quello, senza proporre soluzioni alternative percorribili.

Su questo punto in particolare mi sento di poter sostenere che il reparto marketing del PDL questa volta ha preso una cantonata di dimensioni colossali: non solo il loro prodotto aveva dimostrato di essere totalmente inefficace contro la crisi, ma ora si tenta di rilanciarlo gettando fango su chi (il governo Monti) sta tentando mosse giocoforza disperate per uscire da una crisi per troppo tempo sottovalutata (per non dire negata). Insomma: un prodotto inefficace ed una campagna pubblicitaria dannosa. Se non è una cantonata questa...

...e speriamo che lo resti.

24.10.12

E' una Juventus imbattibile anche in Europa

Continua anche in Europa la marcia trionfale degli imbattuti - sul campo - campioni d'Italia - sul campo - bianconeri - sul campo - della - sul campo - Juventus di Antonio Conte - sul camp...no, in tribuna -.

Nella serata di ieri infatti i fortissimi bianconeri torinesi hanno strappato un notevole pareggio per 1-1 in casa del Nordjell...Norskell...Nordenn...Nordsjaelland (!!!), squadra campione di Danimarca e con alle spalle una storia fatta da ben 21 anni di successi (la società è stata infatti fondata nel lontano 1991 con il suggestivo nome di Farum Boldklub). Cioè, mica stiamo parlando delle squadre seconde o terze o quarte qualificate di Spagna, Germania o Inghilterra: qui stiamo parlando dei Campioni di Danimarca!!!

Con il prezioso pareggio di ieri sera, che ricordiamo è arrivato contro i Campioni di Danimarca e non contro un Bayern Monaco (solo 2° in Germania) a caso, l'imbattibilità europea della Juventus si allunga a ben 9 partite, o per meglio dire addirittura a tre anni: pensate, la Juventus imbattuta in Italia non perde in Europa da ben tre anni consecutivi!

Sicuramente i più pignoli non mancheranno di notare come, in realtà, negli ultimi tre anni la Juventus in Europa oltre a non perdere mai non abbia mai nemmeno vinto: 6 pareggi nel girone di Europa League 2010-2011, con la squadra eliminata immediatamente, e 3 pareggi nella Champions League 2012-2013, che rendono estremamente problematica la qualificazione al turno successivo. Inoltre nella stagione 2011-2012 la Juventus, in Europa, nemmeno ci giocava...quindi bella forza dire che i bianconeri non perdono in Europa da tre anni! Ma ai tifosi bianconeri non interessano i discorsi dei soliti pignoli che odiano la Juve per partito preso: questa per loro è una Juventus imbattibile anche in Europa!

[AGGIORNAMENTO] Pare che il record di imbattibilità della Juventus in campo europeo sia stato letteralmente spazzato via dalla Ternana Calcio 1925 S.p.A. (squadra della città di Terni, in provincia di Perugia), la quale non perde in Europa da ben 87 anni.

I fortissimi Campioni di Danimarca si erano illusi, ma la Juventus è imbattibile anche in Europa!

22.10.12

Il ciclismo è morto, evviva...gli altri sport

E' il problema ricorrente di questi giorni: non sai se quello di cui stai parlando sia etichettabile come "sport" oppure come "cronaca". Anche questa volta, opto per la "cronaca".

Oggi 22 ottobre 2012 il signor Pat McQuaid, presidente dell'Uci (Unione Ciclistica Internazionale), ha comunicato che l'Uci riconosce la sentenza dell'Usada, l'agenzia antidoping statunitense, che ha squalificato il ciclista Lance Armostrong per doping, e dunque non presenterà appello contro tale sentenza. Lance Armostrong perde tutti i titoli vinti dal 1° agosto 1998 al 2005, e quindi anche i suoi 7 Tour de France consecutivi (1999 - 2005). "Lance Armstrong non ha più alcun posto nel ciclismo", le parole di McQuaid.

Per chi non abbia mai seguito il ciclismo questa sentenza significa poco o niente, vale giusto la curiosità di vedere aggiornata in maniera singolare la pagina dedicata all'albo d'oro del Tour de France su Wikipedia: 7 anni di "buco", con un americano che aveva dominato in lungo e in largo prima di essere beccato - anche se in terribile ritardo - con le mani nel sacco. Per tutti gli altri questa sentenza dovrebbe sancire, se il mondo gira ancora nel verso giusto, la morte definitiva del ciclismo: per quanto mi riguarda, qui si parla di un cadavere già bello che decomposto da parecchio tempo.

Vediamo di capirci: fottesega se abbia ragione l'Usada, e Lance Armstrong si sia davvero dopato, o se abbia ragione Lance Armstrong, e quella dell'Usada sia soltanto una cantonata di dimensioni apocalittiche. In entrambi i casi, quel che restava della malconcia immagine del ciclismo va definitivamente a farsi fottere davanti e dietro con un filo di A2M compreso. Chi in quegli anni abbia seguito le vicende del Tour, con le sfide tra Armstrong e Pantani o tra Armstrong e Jan Ullrich, tra salite, discese, cronometro, con tappe vinte, dominate e lasciate vincere, quei pomeriggi in diretta sulla Rai a godersi anche il panorama delle campagne francesi...chi abbia vissuto da tifoso quegli anni oggi se li vede portati via. Non valevano un cazzo, ti sei emozionato per niente. Ti hanno preso per il culo.

Uno sport che negli ultimi anni ha visto rivoluzionate troppe sue classifiche fuori tempo massimo, con le maggiori competizioni a tappe che hanno buttato giù dal podio dopati a ripetizione, oggi - e non importa da che parte stia la verità - perde anche 7 anni della sua storia. Se a voi pare poco, accomodatevi e continuate a tifare per Tizio, Caio o Sempronio, oppure ad emozionarvi per uno scatto o per una discesa presa a rotta di collo. Io le mie emozioni le tengo per me, anzi le riservo per qualcosa di meglio: il ciclismo è morto, evviva gli altri sport.

No comment.

21.10.12

Gli ultras fascisti del Verona insultano Morosini

Ero indeciso sull'etichetta da affibbiare a questo post: sport, o cronaca? Poi ho vomitato ed ho optato per cronaca.

Allo stadio Armando Picchi di Livorno ieri andava in scena la partita valida per il campionato di Serie B tra Livorno e Verona: fottesega del risultato finale, se vi interessa andatevelo a cercare altrove, che tanto l'unico augurio possibile è che il giudice sportivo dia la vittoria a tavolino al Livorno per 12 a zero. Ma cosa è successo?

Alla fine del primo tempo un gruppo di ultras del Verona ha intonato un coro contro Piermario Morosini, lo sfortunato calciatore del Livorno morto a 25 anni sul campo di Pescara il 14 aprile scorso per una crisi cardiaca. Il ributtante coro, per fortuna non avvertito dal resto dello stadio, si è poi concluso con saluti romani e slogan fascisti. La penosa scena non è però sfuggita alla Digos della questura livornese, la quale ha filmato gli autori del gesto grazie alle telecamere di sicurezza dello stadio ed ha informato immediatamente gli ufficiali di campo e la procura federale.

COSA DOVREBBE SUCCEDERE - Le autorità dovrebbero risalire alle identità degli ultras, raggiungerli ed arrestarli; a costoro dovrebbe essere vietato l'ingresso a qualsiasi manifestazione sportiva vita natural durante. Relativamente all'aspetto sportivo, al Verona dovrebbe essere assegnata la sconfitta a tavolino e, giusto per evitare il probabilissimo ripetersi di scene simili, una bella squalifica del campo della durata di - diciamo - almeno 6 mesi con l'aggravante di dover comunque giocare quelle che sarebbero state le proprie partite casalinghe a porte chiuse. Dici: così facendo però ne pagano le conseguenze anche il Verona società e tutti gli altri tifosi del Verona. Certo, perchè per isolare i delinquenti dal resto della società civile a volte è necessario dare una svegliata a tutti (ricordate le squadre inglesi squalificate per anni dalle coppe europee?): chissà che qualcuno apra finalmente gli occhi.

COSA, INVECE, SUCCEDERA' - Non succederà un beato cazzo: siamo pur sempre in Italia, baby!

10, 100, 1000 tessere del tifoso.

17.10.12

Project Eternity: conclusa la campagna su Kickstarter

73.986 backers, 3.986.929 di dollari raccolti: sono questi gli impressionanti numeri di Project Eternity, il crpg di Obsidian Entertainment che ha concluso nella notte la sua incredibile campagna di raccolta fondi su Kickstarter.

Nelle ultime ore di campagna sono stati letteralmente demoliti gli ultimi, grandi obiettivi dello sviluppatore: al raggiungimento dei 3 milioni è stato aggiunta una intera fortezza a disposizione del giocatore e del suo party, mentre ai 3.500.000 è stata la volta di una seconda, grande città che andrà ad aggiungere al gioco nuove mappe, negozi, personaggi e ovviamente quest.

Ma non finisce qui: last but not least, Obsidian aveva infatti fissato un ultimo, ambizioso obiettivo; a 4.000.000 di dollari il gioco sarebbe stato ulteriormente migliorato, beneficiando tra le altre cose dell'aggiunta di un commento degli sviluppatori in-game e di una colonna sonora registrata dal vivo. Se al totale dei fondi raccolti su Kickstarter si aggiungono i - circa - 140.000 dollari raccolti tramite PayPal, ecco che anche il muro dei 4 milioni di dollari è stato alla fine sfondato.

Un successo senza precedenti, dunque, con l'unica pecca (perlomeno per noi italiani) della mancata localizzazione nella nostra lingua; Project Eternity in ogni caso dovrebbe essere disponibile solo nell'aprile 2014, dunque il tempo per sperare in un...miracolo c'è.
Un mondo intero da esplorare, non prima del 2014.

13.10.12

La Polizia incapretta i bambini?


Il titolo lo servo su un piatto d'argento ai miei amici (???) anarchici: la Polizia incapretta i bambini? Perchè quanto successo a Cittadella alcuni giorni fa offre ahimè senza dubbio alcuno un ottimo gancio a tutti quei personaggi che, per le più svariate (s)ragioni, non chiedono altro dalla vita che un buon motivo per spalare fango - e non solo - contro le italiche forze dell'ordine.

A Cittadella un bambino di soli 10 anni, al centro di una contesa tra genitori, è stato prelevato da scuola dalle forze dell'ordine, e sottratto alla madre nella maniera disumana che potrete constatare da soli se avrete il fegato di guardare il video. Il tutto sotto gli occhi atterriti dei compagni di classe. Una zia del bambino, intervenuta per difendere il nipote che nel frattempo veniva trascinato sull'asfalto, è stata addirittura minacciata da una ispettrice delle forze dell'ordine, la quale si è rivolta alla donna con le seguenti parole: "Io non sono tenuta a dirle niente; sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno".

"Sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno": fa sempre più senso ogni volta che lo si ripete, nevvero? Se l'Italia fosse un Paese normale, l'autrice di una tale affermazione avrebbe già perso il proprio posto di lavoro ancora prima di riuscire a dire "Sono un ispettore di Polizia, lei non è nessuno" al galoppino che le avesse portato la bella (per noi) notizia. Perchè un Paese normale non se ne farebbe nulla delle scuse del capo della Polizia Antonio Manganelli, o delle scuse del governo.

Un Paese normale un titolo come il titolo di questo post non lo servirebbe su un piatto d'argento a chi, ci scommetto, non perderà questa ghiotta occasione per spalare fango (e non solo) contro uno Stato che viene rappresentato in modo tanto osceno dalle proprie forze dell'ordine.

12.10.12

Nicole Minetti va in pensione a 27 anni

Tutto vero, leggete qui.

Il 21 ottobre Nicole Minetti raggiungerà l'anzianità necessaria per ottenere la pensione: 30 mesi di mandato, come stabilisce la legge regionale numero 12 del 20 marzo 1995. Ha 27 anni.

Coi soldi nostri.

E noi poveri stronzi la pensione probabilmente non la vedremo mai.

Strappatemi i coglioni se io mai dovessi votare per costoro.

Il 21 ottobre questa sarà una pensionata.

11.10.12

Il primo screenshot di Project Eternity

Tanto tuonò che piovve: con l'Update #20 Obsidian Entertainment ha rilasciato il primo, atteso screenshot di Project Eternity, il crpg che si avvia a concludere - con enorme successo - la sua campagna di raccolta fondi su Kickstarter: la cifra raccolta sta infatti sfiorando i 2.700.000 dollari, senza contare quanto raccolto tramite PayPal.

Ovviamente si tratta di uno screenshot work in progress, ma dal momento che mancano ormai solo 5 giorni alla chiusura della campagna questa mi sembra un'ottima mossa per far parlare del gioco, ed attirare l'attenzione dei più distratti: ora o mai più, insomma (anche se scommetto che sul sito ufficiale di Project Eternity sarà possibile spendere un po' di euri...).

Lo screenshot ritrae l'entrata di un tempio situato nella regione a sud del fiume Bael che un tempo era occupata dal vasto regno elfico di Eir Glanfath, le cui rovine sono ormai abbandonate da secoli, se non da millenni: non so voi, ma a me questa sembra di averla già sentita.
Project Eternity, il primo screenshot.

9.10.12

Project Eternity: il primo screenshot arriva giovedì

Grosse novità per Project Eternity, il crpg di Obsidian Entertainment la cui campagna di raccolta fondi su Kickstarter sta ottenendo un gran successo (sono stati superati i due milioni e mezzo di dollari).

Come annunciato oggi, con l'update di giovedì 11 ottobre verrà rivelato il primo screenshot del gioco: ovviamente il progetto è ancora alle fasi...prenatali, ma non nascondo che la curiosità di gettare un primo sguardo sul mondo pensato da Avellone & soci è tanta (per chi non lo sapesse, il gioco verrà sviluppato con il motore grafico Unity).

En passant, aggiungo che i backers (coloro che hanno donato il soldo per finanziare il progetto) hanno superato quota 55.000, che il mega-dungeon "The endless Path" ha raggiunto il suo 5° livello di profondità e promette di andare oltre (1 livello in più ogni 2.500 backers oltre i 50.000), che si sono aggiunte alla compagnia le classi Barbarian e Cipher, che a chi avesse offerto 165$ e oltre verrà fatto gentile omaggio anche di Wasteland 2 (altro progetto che ha avuto un grandissimo successo su Kickstarter), e che siccome mancano appena 7 giorni alla conclusione della raccolta fondi sarà bene che muoviate le chiappette ed andiate in massa a finanziare il gioco.

Che magari se siete in tanti ci scappa pure la localizzazione in italiano.


7.10.12

Clamoroso al Curi!

Il titolo può essere considerato ingannevole, dal momento che oggi il Perugia di Battistini è uscito sconfitto 2-0 non dallo stadio Renato Curi (lode a te!) di Perugia, ma dallo stadio San Francesco di Nocera Inferiore, territorio della Nocerina (compagine che nella scorsa stagione militava in Serie B).

Le reti di Evacuo e Mazzeo (un ex) hanno sancito quella che è la seconda sconfitta consecutiva per i grifoni, dopo il clamoroso 1-2 casalingo contro il Pisa della scorsa settimana. Ahimè il sottoscritto non bazzica l'Umbria ma il lontano Piemonte, dunque per tastare l'atmosfera locale dopo questi recenti rovesci del Grifo deve fare affidamento a quegli ammassi di informazioni, sorrisi, indignazioni, beceratezze varie che sono i social networks.

Prima però, a beneficio dei più distratti, un brevissimo riepilogo di quanto successo negli ultimi anni.

STAGIONE 2009-2010: 11° in Lega Pro Prima Divisione. 5 sconfitte consecutive nelle ultime 5 partite, tra le quali lo 0-2 casalingo con il Foligno che salva i falchetti dall'incubo play-out. A fine stagione il Perugia di Covarelli fallisce.

STAGIONE 2010-2011: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo il fallimento dell'anno precedente, vince il campionato di Serie D e torna tra i professionisti.

STAGIONE 2011-2012: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo la promozione dai dilettanti dell'anno precedente, vince il campionato di Lega Pro Seconda Divisione e viene promosso in Lega Pro Prima Divisione.

STAGIONE 2012-2013: il Perugia allenato da Pier Francesco Battistini, ricostruito da zero dopo la promozione dalla Seconda Divisione dell'anno precedente, dopo 6 giornate di campionato è sesto in classifica.

Concluso il breve riepilogo, che ricordo viene presentato a beneficio dei più distratti, e tornando a bomba a quegli ammassi di informazioni, sorrisi, indignazioni, beceratezze varie che sono i social networks, ecco che mi vedo costretto a registrare gli strali di tifosi che al grido di "io l'avevo detto!" chiedono la testa dell'allenatore. Tifosi che evidentemente si son già dimenticati le due promozioni consecutive, e son convinti che al Grifo le promozioni le regalino; tifosi che non ricordano il Perugia di Covarelli, che in quella Prima Divisione che oggi ci vede fieri protagonisti faceva scempio della maglia concludendo una stagione orribile nel disarmo più totale.

Probabilmente io, dal lontano Piemonte, avrò una visione diversa della situazione, ma sono convinto che non sia per niente facile ricostruire ogni anno una squadra, e continuare a vincere; credo inoltre che dopo due promozioni consecutive non sia giusto pretendere immediatamente di vedere una squadra sempre vincente. Chissà, forse a Perugia qualcuno ha dimenticato quello che abbiamo passato negli ultimi anni, e soprattutto quello che è stato ricostruito; forse a Perugia è più facile prendersela con l'allenatore piuttosto che analizzare con razionalità la situazione attuale, e come ci si è arrivati.

Cose che succedono anche altrove, per l'amor del cielo, ma oggi - con un bel po' di sorpresa - mi tocca scrivere "clamoroso al Curi".

Ora più che mai, Forza Grifo!!!


4.10.12

Total War: ROME II, primo trailer di gameplay



Ed ecco che, finalmente, arriva un primo trailer per Total War: ROME II nel quale sia possibile mettere gli occhi su alcuni brandelli di gameplay.

Poca roba, intendiamoci, ma vedere la potenza di Roma che si avventa sulla delenda Cartagine nella magnificenza del nuovo motore grafico è qualcosa che apre il cuore, come anche l'apparente attenzione di Creative Assembly ai fatti storici. Una voce verso la conclusione del trailer si / ci chiede "cosa abbiamo fatto?", riferendosi alla città nemica completamente rasa al suolo, e son sicuro che la voce sia quella di Scipione Emiliano, che vide in quella tragedia la possibile sorte di Roma (diciamocelo: ci ha preso, e senza nemmeno conoscere i nostri politici).

"Fino a che punto ti spingerai per Roma?", recita il claim: direi che attendere con trepidazione l'uscita del gioco, di questi tempi, sia già qualcosa. Speriamo che Scipione Emiliano non ci resti male.

3.10.12

Nuovo, spettacolare trailer per Project CARS


Gametrailers ha pubblicato un nuovo, spettacolare trailer per Project CARS, simulatore di guida in realizzazione presso Slightly Mad Studios grazie al finanziamento (ben meritato!) degli utenti del portale World of Mass Development.

Project CARS uscirà solo nel 2013, ma chi desiderasse porre immediatamente le proprie manine pacioccose su cotanto ben d'iddio può già farlo semplicemente recandosi alla pagina dedicata alla selezione dei tool packs e scegliere l'opzione di proprio gradimento: in base al pacchetto scelto sarà possibile scaricare, installare e provare build a cadenza mensile o - addirittura - bi-settimanale, in modo da toccare con mano i progressi fatti dal prodotto.

Attualmente Project CARS ha superato il milione e mezzo di euro raccolti tra gli utenti, e volendo fare una battuta si potrebbe dire che i giocatori sono di fatto diventati il publisher del gioco, visto che lo studio di sviluppo aveva stanziato "solo" 1.495.000 € per la sua realizzazione: a voler essere perfidi, e dopo aver visto il nuovo trailer, viene da pensare che la community si stia dimostrando un publisher migliore di tanti colossi soldodipendenti.

Di sicuro, vista la mole impressionante di video, screenshots e quant'altro prodotti ad oggi, la community sta facendo meglio di tanti reparti marketing sparascemenze. Non che sia difficile, eh.

2.10.12

Project Eternity vola sempre più in alto

Continua su Kickstarter il grande successo di Project Eternity, il crpg di Obsidian che, a due settimane dalla chiusura della raccolta fondi, ha ormai superato i 2.200.000 di dollari (contro la richiesta iniziale di 1.100.000 per avviare il progetto) e i 50.000 "backers".

Con l'ultimo aggiornamento sono però arrivate una notizia stramba ed una "non-notizia".

La notizia stramba è relativa all'obiettivo che sarà "sbloccato" al raggiungimento dei 2.400.000 dollari di fondi: l'introduzione di crafting (ovvero la possibilità, per il giocatore, di realizzare armi, armature, pozioni e quant'altro utilizzando le materie prime raccolte durante il gioco) ed enchanting (ovvero la possibilità, per il giocatore, di aggiungere effetti magici ad armi, armature e quant'altro) nel gioco. Viene però da chiedersi se queste due caratteristiche non dovrebbero essere caratteristiche fondamentali di un vero crpg, e non eventuali aggiunte da prendere in considerazione solo in una fase avanzata del processo di raccolta dei fondi necessari alla produzione. La mia impressione personale è che in Obsidian - complice anche il gran successo della campagna - abbiano iniziato a fare un po' di...confusione.

La "non-notizia", invece, deriva direttamente dalla notizia stramba ed è che neanche al raggiungimento del ragguardevole traguardo dei 2.400.000 di dollari Obsidian pare essere intenzionata a prendere in considerazione la localizzazione in italiano e in russo di Project Eternity, e questo nonostante le numerose richieste giunte dalle community dei rispettivi paesi. Viene da chiedersi se in Obsidian non si sia deciso di puntare esclusivamente ai giocatori di lingua inglese, francese, tedesca e spagnola (vedi altro articolo), perchè il pericolo che il pubblico italiano (per quanto possa essere già in partenza molto limitato) e russo decidano di rinunciare al prodotto - non tanto per l'impossibilità di giocarlo in lingua inglese, quanto per polemica nei confronti della scelta degli sviluppatori - è da non sottovalutare.

Intanto mi pregio, in quanto bandito dell'ordine, di segnalare l'Obsidian Order of Eternity, un gruppo nato sui forum di Obsidian e formato da appassionati (ben 271, al momento) che hanno deciso di supportare ulteriormente il progetto, versando di propria sponte ulteriori $ 8 rispetto a quanto già "offerto" su Kickstarter per dare un'altra spintarella ad Obsidian verso la realizzazione di un crpg coi contromazzi. E tutto ciò solo per un "titolo onorifico" del quale bullarsi, e per passione.


Ok, aggiungiamo due cose che "sarebbero già dovute essere su disco" (cit.) ma non l'italiano ed il russo.

1.10.12

Ted, il film di Seth MacFarlane, creatore de "I Griffin"



Finalmente un film degno di essere visto comodamente spaparanzati sulle poltrone di un cinema!

Dal creatore de "I Griffin" (Family Guy, nella versione originale) Seth MacFarlane è in arrivo Ted! L'orsetto protagonista non sarà Brian Griffin, ma pare dotato di una discreta personalità. Anche Mark Wahlberg pare dotato di una discreta personalità. Soprattutto Mila Kunis pare dotata di una discreta...personalità. Un film dotato di una discreta personalità, insomma.

Dal 4 ottobre al cinema.

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget