29.6.12

Siamo peggio dei tedeschi...

Fino a ieri tutti a lamentarsi per il trattamento riservato all'Italia, agli italiani ed alla nazionale di calcio da parte della stampa tedesca, che in uno scatto di creatività tutta teutonica aveva parlato di italianipizzamafiamandolino probabilmente per esorcizzare la strizza pre-partita (e sappiamo come sia finita la semifinale dei campionati europei di calcio tra Germania e Italia, a Varsavia...).

Oggi però ti capita di passare da un'italica edicola, ed ecco che sulle prime pagine de Il Giornale (Montanelli si starà rivoltando nella tomba, ma non è una novità) e di Libero trovi titoli come: "CIAO CIAO CULONA" (Il Giornale) e "VAFFANMERKEL" (Libero). Dici: chi la fa l'aspetti, i teteski ci hanno preso per i fondelli per primi, noi adesso non facciamo altro che rispondere a tono così imparano. Dico: loro han fatto la solita figura da cioccolatai, noi eravamo invidiosi e abbiamo voluto farla anche noi.

Solo, peggio.

Siamo peggio di loro.

28.6.12

Due schwarzwurst per la Germania


Euro 2012 - semifinale
Germania - Italia 1-2
Balotelli 20° PT, 36° PT
Ozil (rig.) 47° ST

27.6.12

A breve l'annuncio di Rome II: Total War?

Il sito computerandvideogames.com pubblica una notizia che, dopo qualche tempo, riporta la mia attenzione sul mondo videoludico in generale e sull'uscita di un nuovo titolo in particolare: sul  numero attualmente in edicola della rivista australiana PC PowerPlay è presente un'immagine che anticipa i contenuti del numero successivo (in tutte le migliori edicole a partire dal 18 luglio prossimo): l'immagine in questione ritrae gli allegri soldati dell'indimenticato Rome: Total War, sopra ai quali campeggia un bel "II".

Se a questo aggiungiamo il fatto che gli sviluppatori di The Creative Assembly saranno presenti alla fiera Rezzed ("The PC and Indie Games Show"), che si terrà al Brighton Center di Brighton i prossimi 6 e 7 luglio, per svelare cosa bolle nella loro pentola è impossibile non pensare ad un annuncio relativo ad un ormai più che probabile (eufemismo) Rome II: Total War. Sono sicuramente di parte, ma non posso non pensare che finalmente si torna ad un Total War "sensato": basta con il nano francese (no, non Sarkò: Napoleone) e con i samurai, si torna ad un periodo che dal punto di vista dell'ambientazione non potrà che esaltare al massimo il gameplay della serie.

E domani vogliamo un bel Medieval III: Total War, ma questa è un'altra storia...

Napoleone e samurai assortiti avevano un po' scassato le palle, diciamocelo.

23.6.12

L'ultimo giorno: un nuovo romanzo per Glenn Cooper

Glenn Cooper è tornato in libreria con un nuovo romanzo, intitolato "L'ultimo giorno" (titolo originale: "Near Death"); la casa editrice è ancora una volta la Casa Editrice Nord, del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, che pubblica questo romanzo "in anteprima mondiale" (cit.); in copertina possiamo leggere: "E' il mistero che ci affascina da sempre - E' la speranza che illumina la nostra vita - Ma quando diventa un'ossessione l'unica strada è uccidere".

Da segnalare come, a novembre 2012, uscirà in libreria un altro romanzo di Glenn Cooper, intitolato "I custodi della biblioteca": trattasi del seguito de "La biblioteca dei morti" e de "Il libro delle anime". Ed era anche ora.

Glenn Cooper
L'ultimo giorno
Editrice Nord
18,60 €

22.6.12

Norvegia 2012 - appendice

Gli svedesi non se la prenderanno se, per una volta, son loro a "sottostare" ai cugini norvegesi; ecco dunque che Stoccolma diventa semplicemente l'appendice di un tour in Norvegia, detto altrimenti un ottimo modo per riavvicinarsi - dopo la precisione e la pulizia della Norvegia - alla solita Europa consumata, un po' sporca, casinista a cui sei abituato.

Skansen è il museo all'aperto più antico del mondo. Nella foto, la sua principale attrazione: uno scoiattolo svedese ghiotto di patatine norvegesi.

21.6.12

Norvegia 2012 - Bergen

Un consiglio: un viaggio in Norvegia non deve iniziare da Bergen, perchè dopo Bergen può solo peggiorare. Su al nord si dice "vedi Bergen e poi muori".

Il Brygge di Bergen fosse stato in Italia sarebbe stato demolito per farci parcheggi o un centro commerciale già da un pezzo. In Norvegia invece è solo bruciato un po', ma ha resistito anche al fuoco. Stortignaccolo, ma maestoso.

20.6.12

Norvegia 2012 - Urnes, Borgund

Le stavkirke sono le tipiche ed antiche chiese in legno, ormai presenti praticamente solo in Norvegia. Spesso scampate a disastri naturali e non, sono superbe viste da fuori ed...interessanti viste da dentro; nella foto, la stavkirke di Urnes.

Che fortuna! Arrivi a Borgund e trovi la più famosa stavkirke del mondo incatramata di fresco! Che poi nera come la notte fa decisamente la sua porca figura, altro che il suo colore naturale!

19.6.12

Norvegia 2012 - Alnes Fyr, Dragsvik

L'Alnes Fyr è gestito da ragazze belle, giovani e molto simpatiche; il loro capo è un gatto che solitamente si intrufola all'interno del faro e sale fino in cima, obbligando i turisti a riportarlo giù con grande sprezzo del pericolo.

Dragsvik, nei dintorni di Balestrand, offre un traghetto comodo comodo, un hotel con la sala per la colazione che affaccia su un fiordo e paesaggi nei quali fa capolino anche la luna. Basta accontentarsi.

18.6.12

Norvegia 2012 - Atlanterhavsvegen, Alesund

Il bello dell'Atlanterhavsvegen è che non puoi fare un metro che non vedi un panorama degno di una foto. Dev'essere per questo che sembra tanto, tanto, tanto lunga da percorrere.

Alesund: come realizzare una città stupenda, partendo da un disastroso incendio che ti aveva raso al suolo praticamente tutto. Fosse successo in Italia, nella foto vedremmo ancora i tizzoni spenti.

17.6.12

Norvegia 2012 - Trondheim

Trondheim: Nidarosdomen, la cattedrale antica. In gran parte ricostruita, e ricostruita decisamente bene.

Trondheim: Lerkendal Stadion, la cattedrale moderna. Il Rosenborg B.K. è di casa, e non si offenderà per la sciarpa del Perugia in bella mostra nella foto.

16.6.12

Norvegia 2012 - Borg

Cioè, mica puoi andare in Norvegia e non vedere neanche uno straccio di vichingo. Nel caso specifico, più che di un semplice straccio trattasi del Lofotr Vikingmuseet di Borg, con tanto di ricostruzione della casa del capo vichingo (che non puzza come ti saresti aspettato).

...FUS ROH DAH!

15.6.12

Norvegia 2012 - Svolvaer

Rorbuer: sono le tipiche case dei pescatori, che è possibile scorgere ovunque nelle isole Lofoten. A Svolvaer ce ne sono di belline (nella foto le Svinoya Rorbuer), e solitamente sono dotate di ogni comodità: manca solo il pescatore per creare quell'atmosfera tipicamente norvegese.

Per fortuna, in assenza del pescatore di cui sopra, a creare quell'atmosfera tipicamente norvegese ci pensa la pioggia ghiacciata, che non ti bagna ma ti sferza il viso che è una bellezza.

14.6.12

Norvegia 2012 - Litloy Fyr

Una giornata al faro di Little Island (Litloy) è una tappa altamente consigliata per chi si trovi a passare da Vinje in Bo; Elena, la padrona di casa, ha acquistato il faro nel 2006 e vive qui tutto l'anno. Sull'isola è possibile visitare anche i resti di un vecchio insediamento di pescatori.

Un'intrepida arrampicata, ed una sciarpa biancorossa che sventola nel vento sferzante della Norvegia: Forza Grifo.

13.6.12

Norvegia 2012 - Tromso, Andenes

Ishavskatedralen: la Cattedrale del Mar Artico, a Tromso. Da lontano risulta imponente e maestosa, un'enorme onda bianca con le forme dell'aurora boreale; da vicino, però, l'impatto è leggermente inferiore.

Ora capisci per quale motivo nelle foto che ritraggono paesaggi marini i gabbiani ci sono sempre: queste fottute bestie sono tantissime e sono dappertutto, soprattutto in mezzo alla strada che porta ad Andenes (nella foto, il faro ed un fottuto gabbiano) sulle isole Vesteralen.

12.6.12

Norvegia 2012 - Hurtigruten

Ecco la fine che potresti fare se decidessi di passare su un traghetto postale Hurtigruten più di un giorno: e pensare che c'è gente (tipicamente estremamente anziana e coi bioritmi evidentemente rallentati) che ci resta anche due settimane. Non per tutti.

Quindi il sole esiste anche in Norvegia, che emozione.

11.6.12

Norvegia 2012 - Hammerfest, Honningsvag

Ti fai un sedere così per andare fino a Capo Nord, e poi sul più bello tra Hammerfest (foto) ed Honningsvag prende a soffiare un vento boia: tra aerei che non possono atterrare e bus fuori servizio ti devi accontentare di arrivare ad una trentina di chilometri dalla "trappola per turisti più a nord del mondo".

Honningsvag è un interessante paesino a pochi chilometri da Capo Nord, una tappa praticamente obbligata per chi voglia andare a rimirare uno dei paesaggi più iconici del mondo; nella foto una delle principali attrazioni locali, "il portacandela più a nord del mondo".

10.6.12

Norvegia 2012 - Oslo

Certo che se parti per la Norvegia e come prima tappa ti imbatti nei 26° di Oslo rischi di non capire una fava di quello che ti aspetta. Che il costo della vita è elevato, invece, lo capisci subito.

Il fatto che la notte, in questo periodo dell'anno, non sia...notturna come d'abitudine è una piacevole sciccheria che però non ti soprende nemmeno troppo. E nemmeno t'infastidisce come ti aspettavi.

9.6.12

Che fine ha fatto il Piccolo Mugnaio Bianco?


Durante gli anni '80 nel mulino c'era il Piccolo Mugnaio Bianco che preparava bomboloni e crostatine per Clementina, oggi invece c'è uno spagnolo di mezza età che sostiene di avere inventato la pagnotta.

Come è potuto accadere?
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget